Handanovic ha il Covid, secondo caso dopo D’Ambrosio: Inter teme focolaio

Samir Handanovic ha il Covid, secondo caso dopo Danilo D’Ambrosio: Inter teme focolaio. Aumenta il numero dei calciatori nerazzurri positivi al Covid. Dopo D’Ambrosio, ecco il portiere Handanovic.

In vista del match di campionato contro il Sassuolo, l’Inter teme il focolaio. Sostituire D’Ambrosio non è un problema perché i nerazzurri hanno tanti calciatori in quella zona del campo, è più complicato sostituire Handanovic.

Handanovic ha il Covid, Radu è pronto al debutto stagionale

Dovrebbe esordire dal primo minuto Radu. Non è un esordio assoluto in nerazzurro perché ha già giocato in Serie A, per una volta, nella stagione 2015-2016.

Ma Radu non è nuovo a questi livelli. Infatti è stato il titolare della porta del Genoa in Serie A per ben due stagioni. In Liguria ha totalizzato complessivamente 52 presenze incassando 83 gol. Radu ha avuto anche una esperienza con il Parma ma non è mai sceso in campo.

Handanovic ha il Covid, cosa succede adesso 

Tutti gli altri calciatori dell’Inter resteranno in isolamento fiduciario per le prossime due settimane, avendo quindi la possibilità di scegliere se restare a dormire presso il Centro sportivo Suning (dove secondo le disposizioni sanitarie dovranno mangiare e fare la doccia nelle proprie camere) o tornare nelle rispettive case al termine delle sedute di allenamento, limitando, come da protocollo, i contatti con l’esterno e gli spostamenti al solo tragitto abitazione-centro sportivo nerazzurro.

Precedente Torino, Nicola: "Partita molto generosa di Belotti. Voleva continuare ma non volevo rischiare" Successivo Luna Rossa, ecco come è arrivata alla fine alla 10 regata di Coppa America di vela: a testa alta contro Te Rehutai

Lascia un commento