Hakimi chiama, Silas risponde: 1-1 tra Marocco e Congo. Pari anche Zambia e Tanzania

I Leoni d’Atlante sprecano il match point per qualificarsi agli ottavi con una giornata d’anticipo. I Bafana Bafana travolgono la Namibia. Pari tra Zambia e Tanzania

Topello-Maresca

21 gennaio 2024 (modifica il 22 gennaio 2024 | 09:08) – MILANO

Match point sprecati e discorsi qualificazione riaperti. Il Marocco fallisce la qualificazione agli ottavi con una giornata di anticipo. Si fa rimontare dal Congo e finisce 1-1: Hakimi la sblocca, l’attaccante dello Stoccarda Silas pareggia nel finale. Si decide tutto all’ultimo turno. Ora la squadra di Regragui è in vetta al gruppo F con quattro punti, dietro è ancora tutto da decidere. La Tanzania domina contro lo Zambia in dieci per l’espulsione di capitan Kabwe, ma Banda e compagni trovano il pari all’88’. La formazione di Suleman, al debutto in panchina dopo l’esonero di Amrouche, è ultima nel girone con un punto. A quota due gli uomini del c.t. Grant e il Congo. A proposito di riaperture di discorsi qualificazione, invece, fa finalmente la voce grossa il Sudafrica: con le spalle al muro dopo il ko all’esordio, i Bafana Bafana mostrano i muscoli e salgono a tre punti nel girone agguantando la Namibia sconfitta con un netto 4-0. Il Gruppo E è apertissimo: la Tunisia, favorita alla vigilia per vincerlo, è ora ultima, ma può ancora passare se batte il Sudafrica.

marocco-repubblica democratica del congo 1-1

—  

La formazione di Regragui parte fortissimo e al secondo minuto di gioco En-Nesyri sfiora la rete del vantaggio di testa. Ma al 6’ ci pensa Hakimi a portare in vantaggio i suoi: il terzino del Psg è il più veloce a tirare sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il Congo non riesce a rendersi pericoloso, però al 41’ Amallah colpisce un avversario in area e tocca pure il pallone con la mano. L’arbitro dopo aver visto l’azione al Var assegna il rigore. Sul dischetto ci va Bakambu che colpisce in pieno il palo: è il primo penalty sbagliato in carriera dall’attaccante del Galatasaray. Nella ripresa la squadra di Desabre alza la pressione e prova a creare problemi agli avversari, il Marocco chiude bene gli spazi. Almeno fino al 77’, quando Silas pareggia i conti su assist di Elia: è il primo gol con la maglia del Congo per l’esterno dello Stoccarda. Un minuto dopo, Bono e Hakimi salvano il risultato. Al 90’ è parità.

Zambia-Tanzania 1-1

—  

Sulla panchina della Tanzania esordio per Suleman dopo l’esonero di Amrouche, l’ex c.t. aveva accusato il Marocco di influenzare le decisioni della CAF. Prima squalificato per otto giornate e poi allontanato dalla Federazione. La Tanzania parte meglio, la difesa avversaria fa molta fatica a chiudere gli spazi. Al 11’ gli uomini di Grant perdono il pallone, ne approfitta Msuva che fa 1-0. L’attaccante classe ’93 è attualmente svincolato dopo l’esperienza al Kabylie in Algeria. L’esterno del Lecce Banda è il migliore dei suoi: prima dell’intervallo crossa bene per Sakala, lui di testa non centra la porta. Al 44’ lo Zambia resta pure in dieci per il doppio giallo rimediato dal capitano Kabwe. Nella ripresa le due squadre hanno tante occasioni, ma il risultato non cambia fino all’88’. A due minuti dalla fine, Daka del Leicester di testa trova l’1-1. La Tanzania manca la sua prima storica vittoria in Coppa d’Africa. Nel gruppo F è ancora tutto aperto.

sudafrica-namibia 4-0

—  

Nettissima la superiorità dei Bafana Bafana che chiudono di fatto i conti già nel primo tempo e si rilanciano in questo modo nella corsa agli ottavi di finale. Al 14’ Tau la sblocca su calcio di rigore dando il via al festival delle occasioni del Sudafrica: cinque quelle create, di cui due concretizzate. Si va all’intervallo sul 3-0 grazie alla doppietta di Zwane che prima raccoglie un perfetto pallone di Morena e poi si ripete stavolta dopo interessante spunto personale. Nella ripresa la Namibia si affida al subentrato Muzeu a cui vengono delegati i compiti offensivi, ma la luce rimane spenta. Comoda amministrazione del Sudafrica che al 74’ cala anche il poker con Maseko che affetta la difesa della Namibia in contropiede e castiga Kazapua. Non c’è storia: il Sudafrica agguanta a tre gli avversari ed è pronta per far punti anche con la Tunisia. La Namibia smentisce quanto di buono mostrato al debutto e ora sarà chiamata ad almeno un pari (ammesso che basti per rientrare fra le terze) contro il Mali.

Precedente LIVE Lecce-Juve 0-3: doppietta di Vlahovic e gol di Bremer. Allegri, sorpasso (virtuale) all'Inter Successivo Soleri, il bomber del Palermo strega tutti. Ma con quale attrice era fidanzato?