Haaland stende il Tottenham: Manchester City ad un passo dal titolo

LONDRA – Una doppietta di Haaland lancia il Manchester City verso la conquista del quarto scudetto consecutivo. Gli uomini di Guardiola sconfiggono il Tottenham nel recupero della 34esima giornata, e con un solo turno da giocare, si riportano in testa, con due punti di vantaggio sull’Arsenal. 

Tottenham-Manchester City, tabellino e statistiche

Foden e Bernardo Silva sprecano

Ritmi alti ed occasioni da una parte e dall’altra. Il primo tempo è bello ed emozionante: la prima palla gol arriva al sesto con Bentancour, che calcia a colpo sicuro da posizione ravvicinata e trova la risposta di Ederson. Al 17′ grande chance per Foden, che approfitta di un errore difensivo per presentarsi a tu per tu con Vicario: la sua conclusione a botta sicura, è respinta dal numero uno italiano. Passa un minuto e Johnson mette in difficoltà l’intera difesa del City, non riuscendo però a concludere. Al 32′ è ancora Johnson a rendersi pericoloso: la sua conclusione ravvicinata è deviata in corner da Ederson. Passano sei minuti e il City sfiora il vantaggio con Gvardiol, che con un tiro al volo manda il pallone a pochi centimetri dalla traversa. Al 45′ clamorosa doppia chance per gli uomini di Guardiola: prima Van de Ven devia un tiro ravvicinato di Haaland, poi è Dragusin a salvare sul tiro a colpo sicuro di Bernardo Silva.

Premier League, la classifica

Haaland trascina Guardiola

Ad inizio ripresa grande occasione per il City: Vicario risponde da campione ad un tentativo di De Bruyne. Passano due minuti ed Ederson salva su un tentativo ravvicinato di Son. Al 50′ gli uomini di Guardiola passano in vantaggio. Bernardo Silva serve De Bruyne, che vola sul fondo e mette in mezzo: Haaland, insacca a porta vuota. Postecoglou corre ai ripari ed inserisce Kulusewski al posto di Bentancour. Al 61′ duro scontro tra Ederson e Romero. Il portiere esce a valanga, anticipando il difensore centrale, che lo colpisce in pieno. L’estremo difensore del City resta a terra quasi cinque minuti, prova a riprendere il gioco, ma poi è costretto ad arrendersi e a lasciare il campo al secondo portiere Ortega, che due minuti dopo il suo ingresso, salva alla disperata su Kulusewski. All’85’ il portiere del City salva Guardiola, respingendo la conclusione di Son che si era involato in solitaria verso la porta. Dal possibile pareggio del Tottenham, all’episodio che chiude la partita: al 91′, Pedro Porro entra a valanga su Doku, portando il direttore di gara a decretare il calcio di rigore: dagli undici metri Haaland spiazza Vicario e realizza il gol del 2-0. Una rete che regala al Manchester City la vetta della classifica e all’Aston Villa la qualificazione in Champions League. 

Premier League, il calendario


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente È un Real Madrid da Champions: che manita all’Alaves Successivo Pari Benevento, Taranto ko. Bene Catania, Casertana e Carrarese

Lascia un commento