Gytkjaer segna e costa poco. Ma il Monza può prendere anche altri attaccanti…

Il danese è quotato 24 crediti e ha una certa facilità ad andare in gol, ma Galliani insegue ancora un centravanti top

Con le doppiette rifilate a Pisa e Brescia, Christian Gytkjaer ha trascinato, insieme a Carlos Augusto e Dany Mota, il Monza verso la prima storica promozione in Serie A.

IL PROFILO

—  

185 centimetri, il centravanti danese è un classico terminale da area di rigore. Pur avendo fatto molto bene nella scorsa stagione l’esperto attaccante parte indietro nelle gerarchie di Stroppa. Nel ‘listone Gazzetta’ del prossimo Fantacampionato, vale 24 crediti ma il suo futuro in biancorosso è appeso a un filo: è corteggiato da diversi club di B e, inoltre, il Monza ingaggerà diversi attaccanti nelle prossime settimane.

I NUMERI

—  

Classe 1990, Gytkjaer ha giocato in Norvegia, Polonia, Danimarca e Germania segnando 187 gol in 422 presenze. In Italia da due anni, dopo una prima stagione deludente (6 gol in 24 presenze) è riuscito a riprendersi nella scorsa annata con 14 reti, spesso decisive. Si contende la palma di rigorista con Sensi, dato che è uno specialista dal dischetto: 28 gol su 30 tentativi dagli undici metri, in Italia ne ha segnati 6 su 7.

PERCHE’ PRENDERLO

—  

Sulla carta può essere il rigorista della squadra e ha una capacità nel segnare disarmante. Qualora dovesse rimanere, può essere intrigante scommettere su di lui anche per il valore relativamente basso nel Listone Fantacampionato.

PERCHE’ NON PRENDERLO

—  

L’incertezza della sua permanenza a Monza è legata al calciomercato. E se dovessero arrivare dei centravanti di maggior spessore (Petagna, Pinamonti…) avrebbe pochissimo spazio a anche 24 crediti sarebbero troppi.

Precedente Probabili formazioni Lazio Genoa/ Info streaming video e tv, le scelte di Sarri Successivo Hjulmand, minuti a basso costo. I bonus? Meglio ripassare...

Lascia un commento