Guillermo Burdisso: “Totti? Un mostro, ho capito perché era diverso”

ROMA – Guillermo Burdisso, fratello di Nicolas, è stato una meteora nella Roma. È arrivato in prestito nell’agosto del 2010, ha giocato soltanto due partite (l’esordio a Cagliari con i giallorossi ko 5-1 e il 2-2 col Bologna) e poi a fine stagione è tornato al Rosario Central in Argentina. Di quella breve parentesi però il difensore ricorda soprattutto il piacere e l’onore di allenarsi e giocare con uno come Francesco Totti

Burdisso e Totti

A “En Cancha” Burdisso ha dichiarato: “Cerco di imparare un po’ da ogni parte. Sono stato in grandi squadre, ho giocato in Europa e in varie parti del Sud America. In Italia ho imparato a giocare tatticamente e in modo organizzato in difesa, lì è requisito necessario per poter giocare. A Roma mi sono applicato molto per partecipare a un gioco collettivo. Francesco Totti? Un Crack, un mostro. Lì era l’idolo più grande. In allenamento lo affrontavi e capivi perché era diverso. Il bello di allenarsi con giocatori del genere è che ti costringono a spingerti al massimo e se raggiungi quel livello, nelle partite diventa tutto molto più facile”, ha spiegato.


Precedente Lazio, Immobile la certezza di inizio anno: il dato che impressiona Successivo Diretta Cremonese Udinese/ Streaming video tv: prova generale in amichevole

Lascia un commento