Guardiola vuole fare la storia, mai nessuno prima: "Il Triplete passa dal Real"

Pep Guardiola ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Manchester City-Real Madrid, gara di ritorno dei quarti di finale di Champions League. Dopo lo spettacolare 3-3 dell’andata, le due squadre si giocano il posto tra le prime quattro d’Europa ed il ruolo da favorita assoluta nella competizione. Per Guardiola, in vetta alla Premier League e ad un passo dalla finale di FA Cup, è anche l’occasione di tenere vivo il sogno di conquistare il secondo triplete consecutivo ed il terzo della sua carriera dopo quello con il Barcellona nel 2009. Un’impresa che lo farebbe entrare ancora di più nella storia del calcio come forse il più grande allenatore della storia.

Manchester City, Guardiola: “Non ho paura del Real Madrid”

L’allenatore spagnolo ha anlizzato così le differenze rispetto alla semifinale di un anno fa: “Spero che la pressione sia la stessa, ne abbiamo bisogno per competere al massimo in una partita di questo livello. Dobbiamo mettere in campo l’energia giusta e per farlo abbiamo bisogno della nostra gente. Potremmo dover soffrire, è impossibile dominare durante i 90 minuti. Siamo pronti a rendere al massimo”. Quindi un commento sul Real Madrid“In tanti dicono che quest’anno siano più forti e posso anche essere d’accordo. Non dimentichiamoci però che anche un anno fa avevano una grande squadra. Giocatori come Benzema, Modric, era una squadra eccezionale. So che quando dico le cose positive sul Real Madrid la gente non mi crede. Succedeva anche quando ero calciatore, non è una cosa che posso controllare. Se ho paura? Li rispetto molto, ma non li temo. I miei complimenti per loro sono sinceri, anche se non mi credete. Ho detto che l’erba del Bernabeu è un problema, ma se pensano che vada bene allora non fa niente. Se vinceranno, come è successo molte volte, ci congratuleremo con loro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente N’Dicka, “minimo pneumotorace” (non era il cuore). Ma per Malan (FdI) vale la pena lisciare il pelo ai no-vax Successivo Inter, che bordata dal fratello di Conte: "C'è chi legge la storia..."