Guardiola spinge De Zerbi al Barcellona: c'è solo un problema. E il Liverpool aspetta… 

Il miglior allenatore possibile per il Barça? Roberto De Zerbi! Parola di Pep Guardiola. Almeno è quanto è stato assicurato nel corso del popolare programma «Tot Costa», trasmesso da Catalunya Radio. Il nome del tecnico bresciano sarebbe venuto fuori in una delle ultime conversazioni tra Joan Laporta e il tecnico del City. La relazione tra il presidente e Guardiola – insieme conquistarono l’irripetibile sextete del 2009 – è rimasta ottima e i due si sentono spesso. In particolare, il numero uno blaugrana, con una certa frequenza, si rivolgerebbe al suo vecchio pupillo per chiedergli consiglio, come era solito fare con John Cruyff ai tempi del suo primo mandato presidenziale. Impegnato nell’individuare il profilo più idoneo per raccogliere l’eredità del dimissionario Xavi, che lo scorso 27 gennaio ha annunciato la sua decisione, sembra irrevocabile, di abbandonare il Més que un Club al termine della stagione, Laporta avrebbe chiesto un nome a Pep, che avrebbe risposto senza esitazioni: «Roberto De Zerbi».

De Zerbi al Barcellona, il nodo è lo stipendio

De Zerbi, in effetti, è uno dei nomi in cima alla lista del ds Deco. Giovane, ambizioso, con una filosofia calcistica assai prossima a quella del Barça e con esperienze positive in Italia, Ucraina e Inghilterra, l’allenatore nostrano risponde alla perfezione all’identikit abbozzato dall’alto dirigente portoghese. Il problema, al momento apparentemente insormontabile, però, è rappresentato dal contratto che lo lega fino al 30 giugno del 2026 al Brighton, che non ha alcuna intenzione di lasciarlo andar via, come ribadito nelle ultime ore dal direttore esecutivo Paul Barber: «Vogliamo che Roberto rimanga con noi il più a lungo possibile, sta facendo un lavoro magnifico». La questione si risolverebbe attraverso il pagamento della clausola rescissoria – si parla di una decina di milioni di euro – cifra proibitiva per un allenatore per le disastrate casse del Barça. De Zerbi potrebbe trasferirsi in Catalogna, pertanto, solo nel caso in cui trovasse un accordo privato con l’attuale club.

Su De Zerbi c’è anche il Liverpool

Lo scenario è ulteriormente complicato dalla corte serrata che starebbe facendo al gettonatissimo De Zerbi anche un Liverpool alla ricerca di un degno erede dell’uscente Jurgen Klopp. I Reds, in questo momento storico, possono garantire un progetto sportivo decisamente più allettante rispetto al Barça, che anche la prossima estate non potrà darsi alle spese pazze per rinforzare la rosa. Una questione che avrebbe raffreddato gli entusiasmi di più o meno tutti gli allenatori sondati dal club catalano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Di Bello, nel 2017 il rigore su Strootman che fece infuriare la Lazio Successivo Fabio Cannavaro torna a Parma: con lui Pecchia, Pederzoli e Calcagno