Guardiola difende Haaland e attacca Roy Keane: “La memoria è corta”

Alla vigilia del match tra Manchester City e Aston Villa, in programma questa sera alle 21:15, Guardiola ha difeso Haaland dagli attacchi di Roy Keane. L’ex calciatore del Manchester United ha sottolineato in tv che Haaland deve migliorare per diventare quasi un giocatore della League Two“. 

Cosa ha risposto Guardiola?

Non è tardata ad arrivare la risposta di Guardiola nel corso della conferenza stampa: “Mi sorprende che questa parole provengano da un ex giocatore. Non sono affatto d’accordo con lui. È come se dicesse che è un allenatore di seconda o terza divisione. Purtroppo i ricordi svaniscono presto, loro si sono già sentiti feriti quando sono stati criticati dagli ex giocatori. Erling Haaland è il miglior attaccante del mondo e ci ha aiutato a vincere ciò che abbiamo vinto la scorsa stagione. Il motivo per cui non creiamo molte opportunità non è a causa di Erling. Abbiamo bisogno di più presenza nell’ultimo terzo di campo con più persone. Haaland è eccezionale“. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Palermo, contatti con Alvini: il tecnico apre al ruolo di traghettatore fino a giugno Successivo Manna al Napoli, tutti i retroscena dell'accordo

Lascia un commento