Guardiola, acqua sul fuoco poco credibile: Haaland furioso è un caso al City

Erling Haaland torna subito al centro delle attenzioni dopo aver lasciato il segno come solo lui sa fare nell’ultima vittoria del Manchester City contro i Wolves. Il centravanti norvegese ha realizzato ben quattro gol nel successo per 5-1 della sua squadra prima di essere sostituito da Guardiola all’82’. Il classe 2000 con la sua ultima prestazione ha consolidato con decisione il suo ruolo di capocannoniere in Premier League raggiungendo quota 25 gol, ma questo non è bastato a fargli vivere una serata perfetta. Al momento della sostituzione con Alvarez Haaland è sembrato molto arrabbiato e ha sfogato tutta la sua frustrazione per il cambio una volta arrivato in panchina.

Haaland, le parole di Guardiola

Al termine della sfida Guardiola ha provato a placare fin da subito le polemiche giustificando lo stato di nervosismo del suo bomber. Il tecnico dei Citizens, che ultimamente lo aveva difeso dalle critiche di Keane, ha provato a smorzare la tensione parlando di quanto accaduto durante la partita, dichiarando: “Posso capire la frustrazione quando vieni tirato così tanto per la spalla. Succede ad ogni partita, era un po’ frustrato per queste situazioni ma posso garantire che oggi è molto felice“. La vittoria firmata Haaland contro i Wolves ha portato il City ad un punto di distanza dalla capolista Arsenal con una partita da recuperare.

Guardiola, il City e il Bayern

Intanto non accennano a placarsi le voci sul futuro del tecnico spagnolo. Guardiola ha un contratto con il Manchester City fino al 2025, ma non è detto che l’anno prossimo resterà alla guida dei Citizens. Il Bayern Monaco, che Pep ha già allenato prima dell’esperienza in Premier League, vorrebbe infatti richiamare il tecnico in Germania e renderlo il successore di Tuchel. Sulla situazione si è espresso il direttore sportivo dei bavaresi Max Eberl, che ha dichiarato: “La vita a volte è sorprendente: le porte si chiudono e sei deluso oltre misura. Ma all’improvviso si aprono porte che tre settimane fa pensavi fossero impossibili“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Cannavaro, punto d'oro contro il Napoli: Osimhen gol e ko, poi arriva Success! Successivo Orlando: "Milan, Zirkzee sarebbe la ciliegina sulla torta accanto a Leao"

Lascia un commento