“Guardie e ladri”, la battuta di Max spacca il web: “Caduta di stile”, “Stella allo Stadium subito”

Le dichiarazioni del tecnico bianconero dividono il web e chiamano a raccolta soprattutto il senso di rivalsa dei tifosi Juve: “Insieme a Boniperti il più grande dirigente bianconero degli ultimi 45 anni”

17 gennaio 2024 (modifica alle 23:37) – MILANO

“Allegri con una battuta li ha stanati tutti stasera, predicatori, democristiani… tutti messi in fila”. La dichiarazione con cui l’allenatore della Juventus ha “rettificato” la battuta di Marotta sulla lepre e i cacciatori, rettificando i ruoli in ladri e guardie, ha fatto esplodere il web, scatenando naturalmente le due “curve” social di juventini e interisti. Anche se l’hashtag Allegri alla fine raduna soprattutto il senso di rivalsa del tifo bianconero: “L’Avvocato sarebbe orgoglioso di te”, con riferimento al celebre gusto per la battuta di Gianni Agnelli.

le reazioni inter

—  

“A proposito di ladri vogliamo ricordare al signor Allegri cosa disse il Signor Osvaldo Bagnoli dopo Hellas Verona-Juventus negli spogliatoi rivolgendosi ai carabinieri che avevano bussato alla porta: ‘Se cercate i ladri sono nell’altro spogliatoio!'”, la risposta di un utente interista. Un altro: “In questo paese dove tutto funziona al contrario l’allenatore di una squadra che ha preso 10 punti di penalizzazione x e squalificata dalle coppe europee x false operazioni di mercato si permette di parlare di guardie e ladri…”.

Ancora: “Allegri ha dato dei ladri all’Inter, se qualcuno l’avesse fatto sulla Juve, mandata in B nel 2006 con due scudetti revocati e con il club che manco ricorre più, sarebbe successo di tutto. Buongiorno da Gotham City dove invece, si può scherzare dicendo ‘ladri’ agli altri”. E poi, ancora sponda Inter: “Mi spiace ma Allegri è un genio. Davanti alla dialettica magistrale dei momenti in cui va tutto bene nasconde anche momenti poco lucidi come ‘siete delle m…, ma tanto arrivate sesti’. Sta a noi togliergli il sorriso, per ora sta facendo un gran lavoro”.

sfida dialettica

—  

“Comunicativamente parlando Max Allegri non ha rivali. Riesce sempre a strappare un sorriso, utilizzando ‘sottile’ ironia”, dice un utente. Un altro: “Peppino Prisco e il contare le dita quando dai la mano ad uno juventino era simpatico e divertente… per una mezza battuta invece i tifosi Inter ora fanno gli indignati…”.

E poi: “La frase di Allegri da alcuni è stata definita caduta di stile, ad altri ha lasciato dei dubbi. Chissà dove erano questi negli ultimi 30 anni, quando il termine rubare veniva affibbiato alla Juventus come alibi dei perdenti”. Un altro: “Come dare dei ladri agli interisti… Senza dargli dei ladri. Top Allegri. Comunicativamente il migliore”. E ancora: “Con le battute ironiche, le persone intelligenti dicono le verità. E non c’è niente di più vero in ciò che ha affermato Allegri con la dichiarazione di questa sera. E’ un gobbo vero. Ha lo stile bianconero. Ma questo lo si sapeva già”.

orgoglio juve 

—  

“Non fingete di non sapere: questa l’ha preparata a tavolino, cavalcando l’onda del clima che si è creato in Serie A. Anni e anni sulla nostra panchina e ancora non avete imparato a conoscerlo”, dice un altro utente. Con valutazioni di merito del popolo juventino: “Ma è un f… genio!!!”, seguito da faccine con occhi a cuoricino, occhi a stella e risate in lacrime. “E’ il mio mister”.

E toni da orgoglio alla riscossa: “Ci sta prendendo per il c… tutti da 2 anni. Lui non è tornato alla Juventus per vincere lo scudetto come allenatore, lui ci è tornato per diventarne il primo condottiero”. Sullo stesso stile: “Non posso dire che sia il mio allenatore preferito. Ma è certamente l’Uomo migliore che potessimo avere in questi due anni. Mister, Presidente, SMM, psicologo”. Fino all’incoronazione: “Quando capirete che insieme a Boniperti è stato il più grande dirigente bianconero degli ultimi 45 anni sarà troppo tardi”.

Precedente De Rossi, scelta giusta: ama la Roma più di tutti. Ma sia trattato da allenatore Successivo Kean saluta la Juve: Atletico Madrid a un passo. Ecco la formula