Granada-Napoli 2-0: a Gattuso serve l’impresa allo stadio Maradona

GRANADA (SPAGNA) – Brutta sconfitta per il Napoli sul campo del Granada nell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League. La formazione guidata da Gattuso perde 2-0 in Spagna e ora rischia grosso in vista della gara di ritorno tra una settimana allo stadio Diego Armando Maradona. A Granada, decidono i gol di Herrera e Kenedy nel primo tempo. Nella ripresa il Napoli ha cercato il gol ma non è riuscito a trovare la via della rete. A Gattuso serve un’impresa per passare agli ottavi di Europa League.

Granada-Napoli: curiosità e statistiche

Herrera-Kenedy, 2-0 per il Granada all’intervallo

Gattuso si presenta a Granada con il tridente offensivo composto da Politano, Osimhen e Insigne. A centrocampo, ci sono Ruiz, Lobotka ed Elmas. Dopo una fase iniziale di studio, con il Napoli che prova a controllare l’incontro con il possesso palla e il Granada che si fa pericoloso in ripartenza, la prima chance del match è per gli spagnoli, con l’incursione di Foulquier e la puntuale uscita di Meret. Al 19′, la formazione di casa sblocca il risultato e passa in vantaggio: il gol è di Herrera, bravo a infilare il portiere del Napoli con un colpo di testa sul cross di Kenedy. Passano appena due minuti e il Granada raddoppia: Kenedy batte Meret di prima intenzione con il mancino dopo una micidiale ripartenza e fa 2-0. Il Napoli prova a reagire. Ci prova prima Elmas, con un tiro che finisce sul fondo, e poi Mario Rui con un bel cross per Osimhen, che non arriva di pochissimo sulla palla del compagno. La squadra di Gattuso si butta in avanti e lascia spazio alle ripartenze della formazione guidata da Martinez. Prima dell’intervallo, altri due tentativi degli azzurri ma senza fortuna: il colpo di testa di Di Lorenzo su calcio d’angolo e la conclusione di Osimhen sull’esterno della rete. Il primo tempo finisce con il Granada in vantaggio 2-0. 

Il Napoli ci prova ma non trova il gol: finisce 2-0

A inizio ripresa, Gattuso effettua subito il primo cambio: fuori Politano, dentro Zielinski. L’ingresso del polacco sembra dare i primi risultati e il Napoli ha le opportunità per dimezzare lo svantaggio ma Insigne spreca una buona chance sulla palla in profondità di Mario Rui, Elmas non trova il guizzo giusto in area spagnola su assist di Ruiz e Zielinski calcia alto da buona posizione. Al 64′ altro cambio per Gattuso: Bakayoko prende il posto di Lobotka. Il ritmo cala, il Napoli attacca e il Granada riesce a difendere con solidità. Gli azzurri si fanno pericolosi da calcio da fermo: prima Insigne ci prova su punizione, poi Rrahmani sfiora il gol sulla punizione battuta da Mario Rui. La squadra di Gattuso tenta l’assedio nella parte finale dell’incontro ma senza trovare il gol, che sarebbe stato importantissimo in vista della gara di ritorno tra una settimana allo stadio Diego Armando Maradona. Anzi, è Meret ad evitare il terzo gol degli spagnoli negli ultimi minuti. Il Napoli perde 2-0 a Granada: a Gattuso servirà l’impresa al ritorno. 

Napoli flop in Europa League: Gattuso ko con il Granada

Guarda la gallery

Napoli flop in Europa League: Gattuso ko con il Granada

Precedente Fonseca: "Dzeko e Mayoral insieme? Non lo escludo in futuro" Successivo Solo Aduriz meglio di Dabbur in Europa League: per il bomber israeliano 23 gol dall'esordio

Lascia un commento