Goleada dell’Inghilterra: qualificazione a un passo. La Scozia va ai playoff

La tripletta di Kane all’Albania spiana la strada agli inglesi, a +3 sulla Polonia, vittoriosa ad Andorra. Gol “italiani” per Maehle, Skov Olsen, Peretz e Arnautovic

Venerdì di qualificazioni ai Mondiali. Inghilterra quasi certa di un posto in Qatar, Polonia sicura di essere almeno seconda, Scozia ai playoff.

GRUPPO C

—  

IRLANDA DEL NORD-LITUANIA 1-0 Match che non ha più nulla da dire. Nessuna delle sue nazionali può ambire a un posto in Qatar. Al Windsor Park di Belfast vince l’Irlanda del Nord, che ringrazia l’autorete di Satkus dopo 18’. Davies e compagni salgono a 8 punti, lunedì affronteranno l’Italia in casa. Classifica: Italia 15, Svizzera 15, Irlanda del Nord 8, Bulgaria 8, Lituania 3.

GRUPPO F
DANIMARCA-FAR OER 3-1 La notizia non è l’ennesima vittoria dei danesi, ma il primo gol subito in 9 partite. Lo segna Klaemint Olsen, 31 anni, uno da più di 200 gol in patria con il Runavik. Il resto è storia. La Danimarca si conferma rullo compressore e batte anche le Far Oer. Bastano tre gol: il primo di Skov Olsen nel primo tempo (18’), sesta rete in 14 partite per l’esterno del Bologna, il secondo di Bruun Larsen nella ripresa – attaccante dell’Anderlecht alla prima gemma in nazionale – e l’ultimo di Mahele allo scadere. L’esterno della Dea quando indossa la maglia della nazionale si trasforma (8 gol in 22 partite). L’aveva evidenziato anche Gasperini. Danesi imbattuti e primi nel girone. Il dato più clamoroso restano le 30 reti segnate in 9 match. Olsen ha cancellato il numero “zero” alla casella gol subiti.
MOLDAVIA-SCOZIA 0-2 I ragazzi di mister Clarke rifilano due gol alla Moldavia fuori casa e blindano il secondo posto nel girone. Playoff aritmetici quindi, anche se è ancora da stabilire se gli scozzesi saranno teste di serie o meno. La sfida del 15 novembre contro la Danimarca sarà fondamentale per questo. Intanto si giocheranno un posto in Qatar. Allo “Zimbru” di Chisinau decidono i gol di Nathan Patterson (38’) – primo squillo in nazionale alla sesta presenza – e Ché Adams (65’).
AUSTRIA-ISRAELE 4-2 Festival del gol al Wörthersee di Klagenfurt, poker austriaco e tre punti. Apre Bitton per gli israeliani dopo mezz’ora, pareggia il bolognese Arnautovic su rigore, poi raddoppia Dor Peretz, centrocampista del Venezia al quinto squillo in nazionale. Sembra fatta, poi si scatena Louis Schaub. La doppietta in dieci minuti. Sabitzer chiude i giochi siglando il 4-2. Una vittoria che fa solo tabellino però, in quanto le due nazionali non possono più qualificarsi al Mondiale. Classifica: Danimarca 27, Scozia 20, Israele 13, Austria 13, Far Oer 4, Moldavia 1.

ANDORRA-POLONIA 1-4 Pronti, via ed è subito rosso. L’Andorra resta in dieci dopo diciannove (!) secondi per l’espulsione di Ricard Fernandez, gara subito in discesa. La Polonia ne fa tre nel primo tempo e chiude il match: Lewandowski, Jozwiak e Arek Milik, che non segnava in nazionale da ottobre 2020. L’Andorra si toglie lo sfizio di siglare un gol a Szczesny grazie al guizzo di Marc Vales, 31 anni, quinta rete per il suo Paese. Traguardo: è il secondo miglior marcatore di Andorra insieme a Marc Pujol. Nel secondo tempo Lewandowski cala il poker a 10′ dalla fine su assist di Zielinski. Polacchi secondi a -3 dall’Inghilterra. UNGHERIA-SAN MARINO 4-0 Ordinaria amministrazione per i ragazzi di Marco Rossi. L’Ungheria si sbarazza agevolmente di San Marino, segna 4 gol e sale a 14 punti, anche se la qualificazione al prossimo Mondiale è ormai sfumata. Apre Szoboszlai dopo 6 minuti, raddoppia Gazdag al 22′, poi il fantasista del Lipsia cala il tris e fa doppietta nella ripresa (83′). Balint Vecsei serve il poker a due minuti dalla fine, primo gol in nazionale. In passato ha giocato in Italia tra Bologna e Lecce (19 partite e un gol in Serie C nel 2015/16). La nazionale del Titano ospiterà l’Inghilterra all’ultima giornata: fin qui ha segnato un solo gol e ne ha subiti 34.
INGHILTERRA-ALBANIA 5-0 Il sogno di Edy Reja dura una decina di minuti e si infrange sul gigante Maguire, professione centrale, quinto gol nelle ultime 12 partite. Non male per un difensore. Cinquina dell’Inghilterra all’Albania, che nei primi 12’ perde due giocatori per infortunio: il primo è Bare, il secondo è il romanista Kumbulla. Gli inglesi dilagano nel primo tempo. Kane infila 3 gol a Strakosha e continua la sua scalata verso Rooney come miglior bomber della nazionale inglese, 44 reti a 53. Dista 9 gol. Nel mezzo anche il guizzo di Henderson alla mezz’ora. L’Albania di Reja, terza a 15 punti, sfiora l’impresa di qualificarsi al Mondiale. Classifica: Inghilterra 23, Polonia 20, Albania 15, Ungheria 14, Andorra 6, San Marino 0.

Precedente Incubo Jorginho: ancora un rigore sbagliato, ancora contro Sommer Successivo Bonucci duro: "Serve più determinazione. Ma Jorginho rimane rigorista"

Lascia un commento