Godin: Inter, Conte mi ha mandato via. Ora salvo il Cagliari

CAGLIARI“Sono venuto al Cagliari a dare una mano: l’idea era aiutare la squadra a lottare per l’Europa League. Fare quello che voleva il presidente, un passo avanti”. Lo ha dichiarato il difensore del Cagliari Diego Godin, ai microfoni di “As”: “Già al Cerro in Uruguay avevo vissuto situazioni simili. Dopo tanti anni in Europa a lottare per vincere titoli è più difficile. Siamo entrati in questa situazione che porta un po’ d’ansia, nervosismo. Per me, che sono tra i più esperti, genera molte responsabilità che mi assumo. Fino alla fine saranno delle finali. Simeone? Grandissimo ragazzo, si allena bene, è sempre positivo e cerca di migliorarsi. Ha grande forza fisica, gli dà qualcosa in più in area. Ha le qualità per provare altri campionati, Liga o Premier. Continuerà a crescere”

Nainggolan allo scadere! Il Cagliari rimonta la Sampdoria nel finale

Guarda la gallery

Nainggolan allo scadere! Il Cagliari rimonta la Sampdoria nel finale

Via dall’Inter? Scelta di Conte

Inter? Pensavo di giocare in mezzo alla difesa, dove ero abituato, coprendo e guidando la difesa. Mi sono dovuto sforzare molto per cambiare la mia mentalità e il mio fisico, uno sforzo tremendo alla mia età. L’ho fatto facendo buone cose. Mi arrivano messaggi di affetto dai tifosi dell’Inter e questo non può essere un caso. Guadagnarsi questo tipo di rispetto non è stato semplice. Non sono rimasto per scelta del tecnico. Futuro? Non se mi restano 2 o 4 anni… Guardo una stagione per volta, ora voglio aiutare il Cagliari a salvarsi. Sono qui per una scelta familiare, è un grandissimo club, qua amano gli uruguaiani. A medio termine voglio giocare la Coppa America, vincerla e portare l’Uruguay al Mondiale, giocando il mio quarto”.

Precedente Diretta/ Frosinone Reggiana (Serie B), streaming video DAZN: esordio per Grosso Successivo McTominay: "Messi non mi voleva dare la maglia". Ecco perché

Lascia un commento