Giroud ne fa 2, la Francia condanna la Svezia. Croazia salva nonostante il k.o.

Retrocessione per Kulusevski&Co, condannati dalla differenza reti. Il Montenegro batte 4-0 Cipro (che va ai playout salvezza) e viene promosso in seconda fascia

17 novembre – Milano

Nella serata caratterizzata dalla goleada della Germania sulla Spagna, sono arrivati altri verdetti importanti in Nations League, in attesa delle gare di domani. Svizzera-Ucraina è stata invece rinviata a data da destinarsi a causa della positività al Covid di tre giocatori ucraini; il match è importante per non retrocedere: soltanto vincendo la Svizzera si salverà.

LEAGUE A – GRUPPO 3

In testa era già tutto deciso: Francia qualificata alla fase finale grazie al primo posto già blindato e Portogallo secondo. La Croazia, nonostante la sconfitta, si è salvata grazie a una miglior differenza reti rispetto alla Svezia, che quindi retrocede.

La classifica: Francia 16, Portogallo 13, Croazia 3 (d.r. -7), Svezia 3 (d.r. -8).

FRANCIA-SVEZIA 4-2

—  

La Francia giocava per il prestigio. La Svezia per non retrocedere. Missione fallita per gli scandinavi puniti anche dai campioni del Mondo in carica, già qualificati per la fase finale. E più del bianconero Kulusevski, nel primo tempo si è visto Thuram jr, figlio di Lilian. Suo l’assist per Giroud (16′) che vanifica il vantaggio di Claesson: una pugnalata a freddo (4′) con deviazione di Varane. Gol che non inibisce l’inevitabile dominio dalla Francia di Deschamps, ormai c.t. in Bleu più longevo dal 2012, per 3015 giorni. Sempre Thuram costruisce il raddoppio, in dribbling e in pivot tra tre difensori. Il tiro è respinto, ma lo riprende Pavard al volo di destro. Nella ripresa, è Mbappé a servire per il 3-1 Giroud, che sale a 44 reti in Bleu (14′), a -7 dal record di Henry. Nel finale, Quasion accorcia (43′), su assist di Bengtsoon, pescato da Kulusevski. Troppo poco e troppo tardi. E nel recupero chiude tutto Coman (49′). Di qualità la prestazione dell’altro bianconero Rabiot. La Svezia retrocede. (a.g.)

CROAZIA-PORTOGALLO 2-3

—  

Una corta respinta di Semedo, in area, ha propiziato il gol croato al 29’: Pasalic ha conquistato palla e ha servito al centro Kovacic, che si è prima fatto respingere il tiro da Patricio, poi ha ribattuto in rete. Al 51’ Rog, centrocampista del Cagliari, ha preso il secondo giallo per un brutto fallo su Cristiano Ronaldo e dalla successiva punizione, battuta dallo stesso juventino, Semedo si è fatto perdonare l’errore del primo tempo servendo a Dias il pallone del pareggio. Al 60′ il vantaggio portoghese con Joao Felix, ma cinque minuti più tardi ancora Kovacic, con un bel tiro dal limite dell’area, ha riportato la Croazia sul 2-2. Al primo minuto di recupero ancora Dias ha regalato al Portogallo la vittoria, ma la Croazia festeggia comunque.

LEAGUE C – GRUPPO 1

Il Montenegro, grazie alla netta vittoria su Cipro, è promosso in seconda fascia e condanna i ciprioti ai playout salvezza. La classifica: Montenegro 13, Lussemburgo 10, Azerbaigian 6, Cipro 4.

MONTENEGRO-CIPRO 4-0

—  

Tutto facile per il Montenegro contro Cipro, sopra di tre gol già dopo 28 minuti. A sbloccare il risultato è stato Jovetic, al 14’: l’ex attaccante della Fiorentina ha schiacciato di testa in rete un cross dalla destra di Vukcevic. Poi è salito in cattedra Boljevic: la punta dello Standard Liegi al 25’ ha sfruttato un perfetto contropiede e tre minuti dopo, su assist da metà campo di Jovetic, è andato via a un difensore e ha trafitto il portiere. Al 60’ il quarto gol di Mugosa, che si è infilato in una prateria dopo un altro lancio illuminante di Jovetic.

LUSSEMBURGO-AZERBAIGIAN 0-0

—  

L’Azerbaigian, visto il k.o. di Cipro in Montenegro, si sarebbe salvato anche con una sconfitta, ma ha comunque chiuso con un pareggio. Nel recupero del primo tempo il Lussemburgo ha fallito un rigore con Sinani.

LEAGUE D – GRUPPO 1

Le Isole Faroe pareggiano 1-1 con Malta, guidata da Devis Mangia, e sono promosse in terza fascia: vantaggio dei padroni di casa al 54′ con Guillaumier, pareggio di Jonsson al 70′. Ininfluente il 5-0 della Lettonia sul campo di Andorra (gol di Cernomordijs al 6′, doppietta di Ikaunieks al 57′ e 60′, rigori di Gutkovskis al 70′ e di Raimonds al 90′).

La classifica: Far Oer 12, Malta 9, Lettonia 7, Andorra 2.

Anche Gibilterra promossa: l’obiettivo era non perdere nello scontro diretto contro il Liechtenstein e la sconfitta non è arrivata. E’ finita 1-1: al 17’ autorete di Frommelt e al 44’ pareggio di Noah Frick, 19enne figlio di Mario (9 anni in Italia con Arezzo, Verona, Ternana, Siena).

La classifica: Gibilterra 8, Liechtenstein 5, San Marino 2.

Precedente Fassone: "Vi racconto il primo incontro con Gattuso. E che stipendio modesto..." Successivo Spagna devastante, 6 gol alla Germania! Furie Rosse alle Final Four

Lascia un commento