Giro d’Italia (6-29 maggio), parte da Budapest e arriva all’Arena di Verona: 21 tappe e 3.445 km

Ci siamo, parte da Budapest il Giro d’Italia (6-29 maggio). Tre tappe in Ungheria poi da martedì 10 ripartenza dalla Sicilia. Arrivo all’Arena di Verona domenica 29. In tutto 21 tappe, 3.445,6 km, appuntamenti iconici come il Mortirolo, la cima Coppi (2.239  m.), la Marmolada. In gara 22 squadre e 176 corridori (8 per squadra). Sono 45 gli italiani al via; il veterano è il lucano Domenico Pozzovivo (39 anni), il più giovane è il cremonese Luca Rastelli (22). Spettacolo assicurato. Sulle strade almeno 10-12 milioni di spettatori, tifosi e dintorni. Immagini televisive in circa 200 Paesi (fonte RCS).  Il Giro d’Italia è anche una grande vetrina delle bellezze e del fare italiano.

Piazza degli Eroi in festa

La piazza simbolo della nazione, la più importante di Budapest (che dedica 7 statue equestri ai capi tribù magiari che hanno fatto la storia del Paese) ha reso omaggio alla Carovana registrando una partecipazione di folla da primato.  Alla sfilata delle squadre  è stata una Piedigrotta. Il più osannato?  Ovviamente Attila Walter, 23 anni, talento di casa, tre giorni in maglia rosa al Giro 2021. Dice: “Questa piazza è il cuore dell’ Ungheria. Per me stare sabato in questa piazza per la partenza della cronometro cittadina ha un sapore speciale, indescrivibile“.

I cinque favoriti del Giro d’Italia

Su tutti Richard Carapaz, classe 1993, campione dell’Ecuador, oro olimpico su strada a Tokyo, vincitore del Giro 2019, alfiere della corazzata britannica Ineos che l’anno scorso ha vinto la Corsa Rosa con Bernal. Al recente Giro di Catalunya è sembrato in gran spolvero. Seguono il portoghese Joao Almeida, il britannico Simon Yates, il colombiano Miguel Angel Lopez (che può contare su un eccezionale scudiero come Vincenzo Nibali), il basco Mikel Landa puntellato da una Bahrain da un roster di primo livello (Poels,Tratnik, Pello Bilbao, Buitrago).

Rai ed Eurosport, tv tutti i giorni

La Rai assicura all’evento sportivo 200 ore live, tre inviati, diretta integrale (telecronaca di Gianfranco Pancani con Petacchi, Giada Borgato e lo scrittore Fabio Genovesi). Sulle moto: Stefano Rizzato e Marco Saligari. Eurosport schiera Luca Gregorio e Riccardo Magrini e commento bonus di Moreno Moser e Wkafimir Belli.

Precedente Venuti offeso "a morte" su Instagram, in esclusiva: "Per stare sui social servirebbe la patente di civiltà" Successivo PROBABILI FORMAZIONI GENOA JUVENTUS/ Diretta tv: c'è De Sciglio, non Pellegrini

Lascia un commento