Gilardino, 3-3 e festa: “Genoa, resto per crescere. Retegui margini importanti”

MILANO – Il Genoa di Alberto Gilardino lascia San Siro con un rocabolesco 3-3 contro il Milan arrivato all’88’ grazie all’utogol di Thiaw, un match che per due volti i rossoblù hanno comandato e rischiato anche di perdere. Le parole dell’allenatore del Grifone ai microfoni di Dazn dopo la partita: “Abbiamo acquisito consapevolezza. Ribadisco che venire qua a giocare contro il Milan e avere questa interpretazione della gara è da squadra esperta, squadra che ha voglia di mettere in difficoltà chiunque. Abbiamo sofferto tanto, vero, ma dobbiamo dare i meriti a questo Milan per le grandi qualità che ha in fase offensiva. Sono felicissimo, avevamo delle assenze e chi ha giocato e chi è entrato ha davvero dato tutto”.

Retegui e l’attacco sul lato di Theo Hernandez

Ha margini importanti. Ha voglia di crescere e correre. Ha fatto una partita importante, deve continuare così. Si è fatto trovare pronto, merito suo e della squadra. Doveva tenere botta, giocare a scarico e attaccare la profondità. La partita l’avevamo preparata così, in determinate situazioni creare superiorità numerica sulla corsia di destra, dalla parte di Leao e Theo. Sono arrivate tante situazioni pericolose, compresi i gol. Creavamo sempre spazi per poter giocare lungo e per potere andare dentro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Pjanic confessa: "Quando sono andato via da Roma ho pianto". E su De Rossi... Successivo Albinoleffe, avanti con Lopez: "Ripartiamo dalle certezze, i giovani ci hanno dato molto"

Lascia un commento