Giannichedda analizza Italia-Spagna: insidie e chiave del match

In occasione degli Europei di Calcio, Giuliano Giannichedda segue da vicino, per il sito del Corriere dello Sport, tutta la kermesse continentale commentando i principali spunti del torneo: dalle partite dell’Italia ai protagonisti di Euro2020. Giannichedda, ex centrocampista anche di Lazio e Juventus e attuale tecnico della rappresentativa di Serie D, offrirà per tutta la durata della competizione il suo punto di vista, un commento tecnico da allenatore professionista, su tutto quello che succederà all’Europeo.

Europei, il punto sulle semifinali

Europei, i talenti da seguire

Italia e Spagna, due squadre simili

E’ il giorno di Italia-Spagna, due squadre che sono simili: per come sono state costruite, per il percorso fatto, per qualità e per la capacità di puntare sui giovani. Si assomigliano, forse per la prima volta, anche nel gioco: aggressione in avanti e possesso palla con altissima qualità. Loro con un possesso basato sul mantenimento del controllo del gioco noi con un possesso basato sulla possibilità di trovare una soluzione in verticale nella zona di trequarti o dietro le spalle dei loro difensori.

Italia-Spagna, dove vederla in tv

Italia-Spagna, le probabili formazioni

Europei, Italia-Spagna: la probabile formazione di Mancini

Guarda la gallery

Europei, Italia-Spagna: la probabile formazione di Mancini

L’analisi tattica sulla Spagna

Il centrocampo è il loro reparto migliore perché abbinano esperienza (Busquets), qualità (Pedri) e carattere (Koke). Ottima anche la difesa soprattutto nei laterali. I difensori centrali sono un po’ macchinosi ma con buona capacità di lettura. L’attacco è il reparto che desta meno certezze ma Morata è il giocatore più pericoloso.

Spagna, le parole di Luis Enrique

Del Piero su Italia-Spagna

Mancini: "Spagna Tiki taka, noi puntiamo su altro"

Guarda il video

Mancini: “Spagna Tiki taka, noi puntiamo su altro”

Italia-Spagna, la chiave della partita

La chiave per l’Italia: la possibilità di rubare palla e puntare i 2 difensori centrali, che sono sempre lasciati nell’uno contro uno visto che, per dinamiche di gioco, gli esterni bassi si alzano spesso per partecipare al gioco.

Tutte le news Appunti di Gioco di Euro2020

Italia-Spagna, i precedenti

Guarda il video

Italia-Spagna, i precedenti

Precedente Euro 2020, Italia-Spagna: a Wembley almeno 11.000 italiani Successivo Da Torino a Palermo: dove seguire la partita sul maxischermo

Lascia un commento