Ghali-Salvini: pace fatta. Con una maglia

Il politico e il cantante avevano discusso sulle tribune del Meazza dopo il gol del Milan e ora hanno ricucito

Al derby tra Milan e Inter avevano litigato, eppure sono entrambi milanisti. Al gol (autogol di De Vrij) il cantante Ghali si era scagliato contro Salvini, seduto là vicino in tribuna, al Meazza, insieme al figlio. Il politico è tornato sulla vicenda in visita in Calabria, da Catanzaro. «Sono pronto ad incontrare Ghali ad offrirgli un caffè o un cappuccino, e chiarire. Siamo entrambi milanesi, penso della stessa zona. Non sapevo chi fosse prima che mi insultasse allo stadio, vivo tranquillo, mi è dispiaciuto perché ero con mio figlio che mi diceva: questo cosa vuole. Lui lo conosceva musicalmente, io no, è rimasto dispiaciuto anche mio figlio», ha detto.

Il rapper ha inviato al segretario della Lega una maglia della Tunisia autografata e lui l’ha indossata dicendo che ha apprezzato il gesto e la regalerà a suo figlio. «Momento complicato per gli italiani. Inutile perdersi con insulti allo stadio. Ghali ha chiesto scusa e quindi amici come prima», ha sottolineato.

Precedente Non è una finale ma lo sembra: la vigilia dell'Italia di Mancini, tra speranze e polemiche Successivo Allo stadio Olimpico va in scena Italia-Svizzera

Lascia un commento