Germania, ex nazionale: “Il mio avvocato mi sconsigliò di fare coming out”

Thomas Hitzlsperger, ex calciatore e vicecampione d’Europa nel 2008 con la Germania, è l’unico giocatore tedesco ad aver rivelato la propria omosessualità. Lo ha fatto quando si è ritirato, ma alla Bild ha confessato perché è accaduto quando era ancora in attività. 

Hitzlsperger e il coming out mancato nel 2012

Hitzlsperger ha spiegato di aver desistito in seguito a una conversazione avuta con il suo avvocato nel 2012: “Mi disse che non dovevo più parlarne o pensarci perché mi avrebbe fatto del male. Ero andato da lui per chiedergli se ritenesse opportuno che rilasciassi un’intervista per fare coming out, ma me lo sconsigliò. Un’ora dopo me ne sono andato convinto che non avrei parlato. All’epoca giocavo nel Wolfsburg.

Hitzlsperger e l’omosessualità nel calcio

Hitzlsperger ha aggiunto e concluso: “Penso che l’omosessualità nel calcio sia ancora un argomento tabù. Se ne parla, ma i giocatori non si identificano come tali. È un tabù in campo e nello spogliatoio anche perché in Germania non si conosce alcun calciatore omosessuale in attività”.

Precedente Tuchel avvisa il Bayern: “Mi aspetto una Lazio fortissima” Successivo Roma, Smalling si allena ma non ancora al 100%: la verità sulle sue condizioni

Lascia un commento