Genoa, Tassotti: “Il margine di errore diminuisce sempre più”

GENOVA – Tocca al secondo Mauro Tassotti intervenire in conferenza stampa, a motivo dell’assenza del tecnico del Genoa Shevchenko, assente per Covid:  “La ripresa? Sicuramente ci sono state delle difficoltà in più, Andriy non c’era e avevamo un’altra assenza nello staff che abbiamo tuttora – ha dichiarato alla vigilia della gara con il Sassuolo“Non è stato semplice, abbiamo avuto anche alcuni problemi logistici per i campo e ci siamo allenati prima della fine dell’anno a Begato sul sintetico. Poi i lavori sono andati avanti e siamo tornati nel nostro centro sportivo. Qualche difficoltà in più ma Sheva ci seguiva tutti i giorni”. Il pensiero di Tassotti sulla sitiuazione Covid: “Non so quello che succederà, se qualche partita verrà rinviata o se le ASL prenderà qualche decisione. Sono due anni che viviamo giorni complicati, anche il calcio è diventato più complicato. Chiaramente ci sarà qualche vantaggio o qualche svantaggio a seconda dei positivi ma credo che si debba accettare tutto perchè non so se ci sia lo spazio per fare diversamente”.

C’è meno spazio per sbagliare

“Più va avanti il campionato, meno spazio per sbagliare c’è. Ci piacerebbe vedere sotto l’aspetto agonistico il Genoa visto con l’Atalanta. Fares e Caicedo? Stanno rientrando, non giocano da tempo, hanno avuto piccole ricadute e ci vuole cautela. Sono a disposizione, magari solo per una parte di gara, vediamo se ci sarà bisogno, potrebbero essere scelti o venire in panchina. Col passare delle giornate diminuisce il margine di errore, dobbiamo essere in grado di non sbagliare le partite importanti e riuscire a fare qualche colpo contro squadre che sulla carta sembrano impossibili. A volte con un pizzico di fortuna e incroci di calendario si possono affrontare in condizioni non ottimali e appofittarne. Sentiamo la responsabilità: siamo pienamente consapevoli della difficoltà. Non è semplice calarsi in questo tipo di realtà ma ora siamo pienamente consapevoli della situazione, di cosa serve e di cosa fare per uscirne”

Precedente Juve, l'attesa è (quasi) finita: si scioglie il nodo Icardi. E con Morata patto di ferro Successivo Atalanta-Torino, l'Asl vieta la trasferta ai granata di Juric

Lascia un commento