Genoa, Sheva: “Voglio che la squadra abbia lo stesso spirito dei nostri tifosi”

L’ucraino cita Tolstoj: “I due guerrieri più forti di tutti sono il tempo e la pazienza” e chiama a raccolta il tifo rossoblù. Con la Roma di Mourinho il suo debutto da allenatore in A: probabile l’impiego di Pandev e del 3-5-2

Cita Tolstoj: “I due guerrieri più forti di tutti sono il tempo e la pazienza”. E poi arringa i suoi: “Nella mia squadra voglio vedere contro la Roma lo stesso spirito che avranno i nostri tifosi allo stadio”. Chiama a raccolta il pubblico rossoblù: “Vi aspettiamo a Marassi, questo Genoa ha bisogno del vostro supporto”.

La prima vigilia da tecnico del Genoa, e da allenatore di una squadra di club, vede Andriy Shevchenko comunque fiducioso nelle possibilità di un gruppo penalizzato dalle numerose assenze per infortunio, contro un avversario importante, in campo e in panchina: “La Roma è una squadra dinamica e con molti talenti. Perché Mourinho è special? Perché possiede una mentalità vincente, ha carisma e professionalità”.

così in campo

—  

Il tecnico sembra orientato a un possibile 3-5-2, anche se negli ultimi giorni ha fatto vari esperimenti, sia sugli uomini, sia livello di moduli. Dovrebbe fare affidamento su Pandev, in ogni caso, ancor più dopo l’assenza di Criscito per un problema muscolare.

Precedente Le partite di oggi: il programma di domenica 21 novembre Successivo Brescia da solo in vetta. Colpo Alessandria con la Spal, Crotone nel baratro

Lascia un commento