Genoa-Roma 0-2, il baby Felix affonda Shevchenko

GENOVA – Un ragazzino di 18 anni della Roma rovina l’esordio di Andriy Shevchenko da allenatore del Genoa: l’ex bomber ucraino torna sui campi di Serie A a oltre 12 anni di distanza dalla sua ultima apparizione da calciatore nel Milan e finisce battuto per 2-0 dai giallorossi. La squadra di Mourinho, reduce da due sconfitte consecutive, torna a vincere grazie all’incredibile doppietta del giovanissimo Felix Afena-Gyan, che entra al posto di Shomurodov e risolve la gara.

Genoa-Roma 0-2, tabellino e statistiche

Genoa-Roma, la partita

Shevchenko, alle prese con tante assenze tra cui quelle di Criscito, Caicedo e dell’ex romanista Destro, dà fiducia in attacco al tandem Pandev-Ekuban. Difesa a tre per i rossoblù, mentre Badelj è in regia a centrocampo. Mourinho invece arretra Pellegrini accanto a Veretout, rilanciando Mkhitaryan come trequartista dietro le punte Abraham e Shomurodov. Ancora panchina per Zaniolo. Il match sembra inizialmente una partita a scacchi, con qualche fiammata in più da parte della Roma. Al 15′ è proprio Mkhitaryan a trovare il gol con un bellissimo destro, “sporcato” da una deviazione Abraham: l’arbitro Irrati di Pistoia annulla immediatamente, coadiuvato poi dal Var Pairetto, per un tocco di mano dell’attaccante inglese. La squadra di Mourinho ha nuovamente l’occasione di segnare al 29′ quando l’ex rossoblù Shomurodov, a conclusione di una galoppata di El Shaarawy, spara incredibilmente alto da posizione favorevolissima. Si va all’intervallo con la Roma che ha il dominio del possesso palla (61 a 39 per cento) e con la sensazione che il Genoa riesca a difendersi senza grandi difficoltà.

Il baby Felix rovina l'esordio di Shevchenko: Genoa ko con la Roma

Guarda la gallery

Il baby Felix rovina l’esordio di Shevchenko: Genoa ko con la Roma

I gol del baby Felix

Nella ripresa non cambia lo spartito dell’incontro: la Roma conduce le danze, senza però riuscire a mettere davvero in pericolo la porta di Sirigu. Mkhitaryan, tra i migliori dei suoi, ha una fiammata al 51′: il bello spunto dell’armeno si conclude con un tiro sopra alla traversa genoana. Il numero 77 ha un’altra occasione al 71′, ancora con la mira sbagliata. Un minuto più tardi è il Genoa a sfiorare il gol: Rui Patricio è prodigioso su un tocco da due passi di Sturaro, disturbato da El Shaarawy su cross di Vasquez. Quindi Mkhitaryan prova ancora ad aggiustare la mira con l’ennesima conclusione della sua partita, che lambisce il palo. All’82’ l’armeno si trasforma in assistman: fa tutto il campo e serve il nuovo entrato Felix Afena-Gyan, che batte Sirigu con un preciso diagonale rasoterra: è il primo gol tra i professionisti per il 18enne attaccante ghanese, alla terza presenza in Serie A. La festa per Felix non è finita perché al 94′ firma un altro gol, stavolta fantastico, con un incredibile destro a giro dalla distanza. La Roma vince 2-0, Mourinho ritrova il sorriso dopo due ko di fila. Il Genoa, terzultimo a 9 punti, è a secco di successi da due mesi e mezzo.

Precedente Roma, Mourinho rivela: "I gol di Felix? Gli regalerò le scarpe da 800 euro" Successivo Roma, super Felix: il diciottenne strappa un record in Serie A

Lascia un commento