Genoa, ora è ufficiale: club ceduto a 777 Partners, c’è Zangrillo presidente

Mancava solo il comunicato, che è arrivato: “È stato definito oggi il closing per la cessione del Genoa CFC. La holding 777 Partners è la nuova proprietaria del club più antico del calcio italiano”

Mancava solo l’annuncio ufficiale: oggi si è chiusa la presidenza di Enrico Preziosi alla guida del Genoa. Al suo posto, subentra 777 Partners, società di investimenti alternativi con sede a Miami, che rileva il 99,9% del capitale azionario dall’ormai ex patron rossoblù, che rilevò la società nel 2003, salvandola dal fallimento. Il nuovo presidente (sarà il 46° nella storia del club dal 1893 ad oggi) è il professor Alberto Zangrillo, 63 anni, genovese e genoano doc, primario del San Raffaele di Milano, docente universitario, nonché medico personale di Silvio Berlusconi. Preziosi rimarrà comunque vicino al Genoa: mantenendo un posto nel nuovo CdA della società, che verrà nominato a breve, oltre a un incarico più istituzionale, in accordo con 777 Partners, per tenere i rapporti con la Lega, forte della sua trentennale esperienza nel mondo del calcio.

La trattativa, avviata nella primavera scorsa, aveva poi avuto un’accelerazione in estate: il 23 settembre scorso era stato dato l’annuncio dell’acquisizione della proprietà da parte della società americana, in vista del closing odierno. Intanto, a Pegli, prosegue il lavoro di Shevchenko in vista del debutto in campionato contro la Roma di domenica prossima.

IL COMUNICATO

—  

“Da oggi 777 Partners è proprietaria del Genoa – si legge sulla nota pubblicata dalla nuova proprietà rossoblù, che prosegue – È stato definito oggi il closing per la cessione del Genoa CFC. La holding 777 Partners è la nuova proprietaria del club più antico del calcio italiano. Il Professor Alberto Zangrillo ha fatto il suo ingresso nel consiglio d’amministrazione del Club ed è il nuovo Presidente”.

Precedente Ginter sempre più leader della Germania. E l'Inter prova il colpaccio a parametro zero Successivo Nuovo San Siro, Sala: "Preoccupato per il caro biglietti, ne stiamo discutendo"

Lascia un commento