Gazidis, videochiamata ai giocatori: “Una squadra di cui essere orgogliosi”

L’a.d. del Milan, in cura per un carcinoma alla gola, ha voluto far sentire la sua vicinanza: “Siete un gruppo con uno spirito di unità e una volontà speciale. E rivedere i tifosi a San Siro sarà emozionante”

Nel giorno del ritorno del Milan a San Siro con i tifosi, l’a.d. Ivan Gazidis ha rivolto un messaggio alla squadra e ai tifosi. Questa mattina attraverso una videochiamata con giocatori, Pioli e staff tecnico, Gazidis – in cura per un carcinoma alla gola – ha ringraziato per il sostegno e i messaggi, rassicurando sulla sua condizione di salute e sul fatto che le terapie stanno procedendo bene. In queste settimane l’a.d. sta comunque lavorando, a distanza, ed è forte il desiderio di poter tornare presto a Milano. «Siete una squadra del quale essere orgogliosi – le sua parole ai giocatori –, che ha sempre dimostrato grande qualità. Ma soprattutto che ha evidenziato uno spirito di unità e una volontà speciale, che consolidano la forza del gruppo e permettono di superare tutte le sfide».

Salute e sicurezza

—  

Gazidis ha anche voluto inviare un messaggio ai tifosi sottolineando che «sarà un’emozione incredibile rivederli questa sera in un San Siro pieno, sebbene a capienza ridotta. Non potrò essere con loro fisicamente, ma la passione e l’entusiasmo che ci lega, supera qualsiasi distanza. Sarà un grande spettacolo, in cui sono sicuro tutti rispetteranno le procedure in materia di salute e sicurezza. Una bella serata in cui non ci sarà spazio per atti e comportamenti irrispettosi, anche sui social media, cosa che da sempre non è parte dello stile Milan. La nostra forza proviene sempre dall’unità e dalla capacità di sostenerci reciprocamente, come una famiglia. Un sentimento che ho personalmente percepito in queste settimane. Perché questo è e sarà sempre il Milan».

Precedente MotoGP GranBretagna, trionfa Quartararo a Silverstone, podio Aprilia dopo 21 anni. Flop Bagnaia e Valentino Rossi Successivo Vlahovic e Koopmeiners, due colpi che possono spostare gli equilibri

Lascia un commento