Gattuso: “Dopo l’Inter un’involuzione, subiamo troppo”

L’allenatore del Napoli, Rino Gattuso, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest’oggi a Rai Sport dopo la vittoria sull’Empoli in Coppa Italia.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Le parole di Gattuso

“Non abbiamo fatto una grandissima prestazione, ma abbiamo giocato contro una squadra ricca di giovani. Sapevamo che potevamo far fatica, abbiamo cambiato tanto. Ci teniamo la vittoria che serve per il morale e passare il turno. Dobbiamo migliorare, perché è mancato qualcosa. Da quando c’è il Covid non esiste più casa e fuori casa, il calcio è cambiato tantissimo. Abbiamo perso qualche punto in casa, ma non siamo i soli ad avere questi problemi. Come sto? Meglio, grazie al cortisone. Ne ho sentite tante in questi mesi, che non potevo più allenare. E’ la terza volta che ho avuto questa malattia, ho avuto una ricaduta. Ma non vi preoccupate, sto bene, ci sono cose peggiori nella vita, posso allenare”.

Covid e calcio

“Prendiamo il campionato inglese, quello più bello al mondo. Ci sono stati problemi anche lì dovuti al Covid, tante partite sono state rinviate. La nostra Federazione con i nostri dottori, stanno facendo un grandissimo lavoro, a dispetto del fatto che ci massacrano sempre. Siamo privilegiati perché guadagniamo tanto, ma convivere con questo problema non è facile. Si ha ansia ogni volta che facciamo un tampone, un sierologico”.

(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Involuzione

“Dopo la partita con l’Inter c’è stata un involuzione, dopo abbiamo sofferto tantissimo. Non siamo brillanti sotto il profilo tattico. Ci stanno venendo a mancare delle occasioni in questo momento, diamo troppo campo all’avversario. Oggi non fa testo perché c’erano tanti giocatori che non giocavano da tantissimo tempo come Lobotka, Elmas, Rrahmani. Creiamo tanto ma stiamo subendo troppo sia oggi che contro l’Udinese”.

Condizioni Osimhen

“Osimhen sta molto meglio con la spalla, ha iniziato a correre a casa. Speriamo si negativizzi prima possibile e lo valuteremo sul campo. Ma negli ultimi 4-5 giorni il ragazzo mi dice che si sente molto meglio. Bisogna ragionare bene, giochiamo con i due centrocampisti e creiamo sistematicamente tanto, poi dipende come vogliamo vedere il calcio. E’ normale che qualcosa bisogna concedere se crei tanto, il problema sono i tanti errori sotto porta. E’ una squadra che crea e concede. Si può migliorare perché così si fa fatica”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

<!–

–> <!–

–>

Precedente Magic promozione: ecco i mini abbonamenti mensili Successivo TMW - Crotone, Crociata verso la Salernitana: richiesta di Castori alla società

Lascia un commento