Gasperini: “Giusto giocare, alla fine avevamo più assenze noi…”

L’allenatore dell’Atalanta: “Il rischio era pensare di affrontare una squadra di ragazzini e invece abbiamo avuto il giusto approccio alla gara. Ora dobbiamo migliorare in casa, a partire dall’Inter”

“Per noi è stata una settimana di assoluta incertezza, non sapevamo se e quando si sarebbe giocata la partita. Credo però che alla fine giocare sia stata la cosa migliore. Siamo stati bravi ad approcciarci al meglio alla partita, il rischio era di pensare di affrontare una squadra di ragazzini e di non essere sufficientemente concentrati, invece alla fine forse avevamo più assenze noi”. Così Gian Piero Gasperini dopo la vittoria per 6-2 della sua Atalanta alla Dacia Arena contro l’Udinese.

Analisi

—  

Per la Dea è la nona vittoria in trasferta di questo campionato e il tecnico prova a spiegare la differenza di rendimento della sua squadra rispetto alle gare interne: “Ci sono tanti motivi, forse anche l’atteggiamento degli avversari, che in casa nostra giocano più a viso aperto. In casa forse abbiamo sofferto l’assenza di pubblico o la riduzione di capienza. Siamo andati spesso in svantaggio in partite importanti che non siamo riusciti a ribaltare. Siamo contenti per le vittorie esterne, ma dovremo migliorare il rendimento in casa”. “Ora contro l’Inter sarà una sfida di alto livello – conclude Gasperini – ma prima pensiamo alla Coppa Italia, appuntamento a cui teniamo molto”.

Precedente Udinese, lo sfogo di Marino: "Squadra mandata al martirio. Questo non è calcio" Successivo DIRETTA/ Roma Juventus (risultato 3-1) streaming tv: si fa durissima per i bianconeri

Lascia un commento