Gasp: “Partita di personalità. Plusvalenze, Dea tirata in ballo in maniera sbagliata”

L’allenatore dell’Atalanta dopo il 3-3 con la Juve: “Per noi una prova della nostra crescita rispetto a inizio stagione”

Sei gol e tante emozioni all’Allianz Stadium. Juventus e Atalanta giocano a rincorrersi. E alla fine, dopo una serie di sorpassi e controsorpassi, la Dea torna da Torino con un pareggio che la tiene aggrappata alla zona Champions (distante due punti). “Abbiamo giocato con personalità anche perché se vieni qui e pensi solo a difenderti sei destinato a perdere: stasera è stata una prova della nostra crescita rispetto a inizio stagione, grazie alla freschezza di chi è arrivato”, il commento di Gian Piero Gasperini ai microfoni di Dazn.

Partita e non solo

—  

L’allenatore dell’Atalanta ha spiegato che “abbiamo preso due gol nel primo tempo perdendo due palle semplici. Al di là degli episodi, sono situazioni in cui dobbiamo fare attenzione”. Interpellato sulla vicenda delle plusvalenze, Gasperini ha risposto che “io sono un uomo di campo e di calcio. Sono felice se un giocatore viene valorizzato e il club può rinforzarsi vendendolo. Il mio compito è questo e basta. Sono stato tanti anni alla Juventus e ho un ricordo di grandi giocatori. A volte, sul tema delle plusvalenze, l’Atalanta è stata tirata in ballo in maniera sbagliata”. Infine, parlando dei singoli, Gasp ha detto che “Scalvini è un predestinato, un leader dentro e fuori dal campo, nonostante la giovane età. Lookman-Hojlund-Boga come Ilicic-Zapata-Gomez? Boga e Lookman sono più veloci. Hojlund ha meno fisicità di Zapata ma è destinato a crescere. È un’Atalanta diversa, che però mi sta dando soddisfazioni”.

DE ROON

—  

Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Marten De Roon: “Siamo sempre stata una delle squadre più prolifiche. Di solito quando fai tre gol vinci ma la Juve sta giocando bene e ha meritato di pareggiare”. Ora la Dea (5ª con 35 punti) è a -2 dalla zona Champions e -3 dal secondo posto del Milan. “Per noi l’obiettivo è sempre l’Europa e se continuiamo a giocare e a segnare così possiamo puntare anche a qualcosa in più”, ha spiegato il centrocampista olandese.

Precedente Dionisi: “Non ci siamo accontentati del pari. C’è rammarico, gol evitabile” Successivo Juve-Atalanta, Allegri: "Pogba e Vlahovic dalla prossima. Inizia il tour de force"

Lascia un commento