Gasp e l’Atalanta che non teme il calendario: “Energie, non allenamenti”

SALERNO – Vittoria importante in chiave Champions League per l’Atalanta di Gian Piero Gasperini a casa della Salernitana. La Dea si è imposta in rimonta per 2-1 in un match complicato come lo stesso allenatore nerazzurro ha confermato ai microfoni di Dazn: “Le partite del campionato sono così, questa per noi era la più difficile da preparare. Avevamo tutto da perdere, se vincevamo avevamo fatto il nostro. La Salernitana è una buona squadra, noi abbiamo avuto il demerito di andare in svantaggio senza sfruttare le occasioni”.

Lo scontro diretto contro la Roma

Capiremo tutto domenica nello scontro diretto, diventa fondamentale. Prima della Roma ne abbiamo un’altra a cui teniamo molto, da preparare. Abbiamo bisogno di ripulire la mente ogni volta, ripartendo dalle manifestazioni diverse. Oggi era la più difficile da preparare, anche dal punto di vista nervoso sarà preparare quella con Marsiglia e Roma. Forse anche la Finale di Coppa Italia”.

Sulla sfida al Marsiglia in Europa League

Alleniamo chi non gioca, per chi gioca andiamo sul particolare. Andiamo a rivedere piccole cose, sotto l’aspetto fisico si cerca di recuperare le energie rispetto ai veri allenamenti. Oggi è lunedì, arriveremo tardi. Domattina si allena chi non ha giocato, poi mercoledì pomeriggio ci ritroveremo, ma sarà già la vigilia e rivedremo qualche situazione tattica. A Marsiglia abbiamo giocato pochi giorni fa, sembra passato un mese – sugli avversari – Loro hanno un fattore campo invidiabile, poche volte nella mia vita ho visto uno stadio così. Anche per come è costruito, con questa forza. Non è normale che fuori casa possano avere la stessa intensità, ma dovremo stare molto attenti. Abbiamo grande fiducia per raggiungere la finale, sarebbe un traguardo fantastico per la società e per Bergamo. Dobbiamo essere bravi ed intelligenti – aggiunge – Tutti gli infortunati non saranno recuperati per il Marsiglia. Toloi ha ricominciato ad allenarsi, anche in campo. Holm è quello più distante, per Kolasinac dobbiamo aspettare una settimana. Lui è un Highlander, lui ci mette meno degli altri. Vedremo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Leverkusen, Wirtz e Grimaldo non convocati ieri. Xabi Alonso: "Per la Roma saranno in forma" Successivo Calzona diretta dopo Udinese-Napoli: conferenza stampa e interviste LIVE

Lascia un commento