Galtier accusato di razzismo: verrà processato a dicembre, cosa rischia

PARIGI (FRANCIA) – Il tecnico del Psg, Christophe Galtier, sarà processato il prossimo 15 dicembre con le accuse di molestie morali e discriminazioni per alcune dichiarazioni rilasciate quando allenava il Nizza. Lo ha annunciato il procuratore della Repubblica di Nizza, Xavier Bonhomme.

“Galtier ha contestato i reati”

Nella sua audizione il 56enne tecnico marsigliese ha “contestato i reati che potrebbero essergli rimproverati“: lo rende noto la Procura in un comunicato. Il procuratore Bonhomme ha inoltre confermato che il figlio adottivo, John Valovic-Galtier, agente di giocatori, anch’egli arrestato in data odierna, “è stato lasciato libero dopo le audizioni“.

Cosa rischia Galtier in caso di condanna

Galtier verrà quindi processato il prossimo 15 dicembre presso il Tribunale penale di Nizza per “molestie morali e discriminazioni fondate sull’appartenenza o non appartenenza, reale o presunta, a un’etnia, una nazione o una cosiddetta razza determinata o religione“. L’allenatore del Psg rischia fino a tre anni di reclusione e la multa di 45.000 euro ai sensi degli articoli 225-1 e seguenti, 222-33-2 e seguenti del codice penale.

Brozovic, trattativa ferma. Galtier arrestato

Guarda il video

Brozovic, trattativa ferma. Galtier arrestato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Giuntoli assente a Rimini: "Ho avuto questo inconveniente da mettere a posto" Successivo Kim lascia Napoli: sui social l'indizio del suo passaggio al Bayern