Galles-Italia, a Cardiff l’ultimo match del Sei Nazioni. Azzurri con tre novità

Rugby, quinta e ultima giornata del prestigioso torneo Sei Nazioni. A Cardiff gli azzurri affronteranno il Galles (sabato 16 marzo, ore 15.15). Il Galles è il fanalino di coda (3 punti) ed è reduce da una batosta interna con la Francia (24-45); a loro volta i francesi, agganciata la Scozia al terzo posto sconfitta a Roma (31-29), sono ancora teoricamente in lizza per il titolo grazie al bonus in palio e alla differenza punti. Ma, classifica alla mano, la grande favorita resta l’Irlanda che riceverà proprio la Scozia. I tre match finali in programma si concluderanno tutti nella giornata di sabato. L’ultima partita è un acuto del torneo: a Lione si gioca Francia-Inghilterra, ore 21. Si preannunciano battaglia, spettacolo e rugby di alta qualità.

Le novità

Il Ct dell’Italia Gonzalo Quesada ha già fatto la formazione di partenza. Tre i cambi alla squadra che il 9 marzo scorso, nel delirio di uno stadio Olimpico esaurito, ha battuto la Scozia con cuore e coraggio, dopo 11 anni (gli azzurri non vincevano in casa nel Sei Nazioni dal 2013). Ecco le novità: Lorenzo Pani giocherà estremo al posto dell’infortunato Ange Capuozzo; torna Lorenzo Cannone in terza linea. Mediano di mischia titolare sarà Stepnen Varney che all’Olimpico era subentrato nella ripresa a Page-Relo. Infine torna il veneto Manuel Zuliani, 23 anni, terza linea ala del Benetton Treviso, il club più titolato del rugby italiano dopo l’Amatori Milano (18 scudetti). 

La classifica

Irlanda punti 16, Inghilterra 12, Scozia 11, Italia 7, Francia 6, Galles 3. Da ricordare: a chi vince 4 punti ; ne prende cinque se vince realizzando 4 o più mete. Chi perde prende un punto ma solo se segna 4 o più mete o se accusa uno scarto di punti inferiore a 8. 

Dove vedere il match in Tv

La partita sarà trasmessa in diretta su Sky Sport Uno e in chiaro su Tv8. In diretta streaming su Now e SkyGo.

Precedente Champions League, ecco le date dei quarti e il programma completo fino alla finale Successivo Napoli, il sindaco di Dimaro: "Ritiro senza Osimhen? Sì, ma magari ci sarà l'erede..."