Gabigol si difende dopo la squalifica: “Mai usato sostanze proibite”

Gabigol si difende. L’ex attaccante dell’Inter, anni 27, oggi al Flamengo, è stato sospeso per due anni per tentata frode durante un test antidoping. Sui social il brasiliano si difende così: Non ho mai tentato di ostacolare o frodare alcun esame e spero che tutto verrà chiarito dal tribunale superiore. Nel corso della mia carriera ho sempre seguito le regole del gioco e non ho mai utilizzato sostanze proibite. Sono già stato sottoposto a decine di test, tutti sempre negativi”.

Cosa era successo a Gabigol?

Il giorno di riferimento è l’8 aprile 2023, quando Gabigol, in occasione dei controlli effettuati presso il centro sportivo del club, avrebbe ostacolato il lavoro degli ispettori non osservando le istruzioni che gli erano state fornite per eseguire il test, poi negativo. La squalifica si esaurirà dunque l’8 aprile 2025 anche se Gabigol, come ha sottolineato in un lungo comunicato diffuso su Instagram, si augura che la “verità verrà presto ristabilita”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Spareggi Euro 2024 diretta: dove vedere le partite in tv, streaming e formazioni Successivo Corruzione, ergastolo per l'ex presidente della Federcalcio cinese

Lascia un commento