Fumo, chili di troppo e ora la notte “brava”. Pjanic cacciato dalla Bosnia. Che cosa gli succede?

L’esclusione in Bosnia – Ucraina è solo l’ultimo tassello di un anno molto difficile per Miralem Pjanic. Il centrocampista sarebbe stato escluso dalla sua nazionale (e secondo i media bosniaci non ci tornerà più, o almeno a lungo) perché la sera prima della partita contro la Finlandia sarebbe stato immortalato in un bar a bere e fumare. Con la tuta della Bosnia addosso, peraltro. La partita contro la Finlandia è stato un disastro: la Bosnia, infatti, era ancora in piena corsa per ottenere l’accesso ai playoff ed era attesa dalle due sfide decisive, entrambe in casa, contro Finlandia e Ucraina, ma contro gli scandinavi è stata sconfitta 3-1. Pjanic è stato sostituito al 66′ ed è uscito tra i fischi. Questo il comunicato della Bosnia: “La sua azione, per quanto inappropriata sia stata per un giocatore di tale reputazione, deve essere intesa come conseguenza di un insufficiente recupero psicologico”.

Precedente Inter, sospiro di sollievo: Bastoni, Dzeko e Lautaro col Napoli ci saranno Successivo Roma, Pinto al lavoro: Mancini e Darboe a un passo dal rinnovo

Lascia un commento