Frosinone, Borrelli si mette in evidenza

FROSINONELa vittoria di venerdì sera a Venezia, oltre ad aver permesso al Frosinone di tornare al successo esterno dopo tre ko di fila e con i tre punti conquistati guadagnare il secondo posto di classifica a una sola lunghezza dalla capolista Ternana, ha anche fornito alcune indicazioni importanti al tecnico dei ciociari Fabio Grosso. Due in particolare. Partiamo dalla prima. Quella riguardante l’attaccante Gennaro Borrelli, arrivato in giallazzurro negli ultimi giorni di mercato. Fino alla sfida del “Penzo” il classe 2000 aveva avuto pochissimo spazio per mettere in mostra le sue capacità, ma nella mezz’ora finale di venerdì, quando Grosso lo ha mandato in campo per provare a recuperare lo svantaggio di 1-0, l’ex Pescara ha dimostrato di essere pronto per ritagliarsi di qui in avanti uno spazio più importante. Due ottime conclusioni (con la prima ha sfiorato l’incrocio dei pali con un sinistro a giro dal limite e la seconda non si è trasformata in gol solo per una parata eccezionale di Joronen) e poi la rete del definitivo 3-1. Ma in mezzo anche tanto lavoro per aprire varchi nella coriacea retroguardia avversaria, sia per sé che per i compagni. L’altra indicazione importante per Grosso ha certamente riguardato l’esterno sinistro di difesa Gianluca Frabotta. L’ex Juventus era reduce dalla brutta prestazione di Parma, dove aveva commesso due errori che avevano procurato altrettanti rigori e quindi permesso ai ducali di imporsi alla fine con il risultato di 2-1 (nel turno seguente in casa con la Spal è entrato solo nei minuti finali), e nella mezz’ora di Venezia ha cancellato in un solo colpo l’opaca prova precedente. Il classe ’99, infatti, è stato protagonista di tutti e tre gli assist che hanno portato nell’ordine ai gol di Lucioni, Mulattieri e Borrelli. La dimostrazione della forza caratteriale di questo ragazzo, che con il passare delle giornate potrà soltanto migliorare ulteriormente le sue prestazioni e confermare quanto di buono si diceva di lui nella stagione giocata in bianconero con Pirlo alla guida tecnica. 

Il Frosinone non si ferma più: 3-1 al Venezia

La ripresa

Intanto dopo il giorno di riposo concesso da Grosso dopo il ritorno di sabato pomeriggio dal Veneto, da oggi il Frosinone inizierà a preparare il big match di sabato alle 14 allo stadio “Benito Stirpe” contro il Bari. Una delle squadre (oltre alla Reggina e al Genoa) che affianca i canarini al secondo posto di classifica. Osservati speciali saranno Caso, Lulic e Insigne. Il primo costretto a uscire a inizio ripresa nella gara con il Venezia per un infortunio alla spalla e gli altri due che non hanno preso parte alla trasferta del “Penzo” in quanto alle prese con problemi muscolari.

Baldini si dimette: "Non voglio prendere in giro nessuno"

Guarda il video

Baldini si dimette: “Non voglio prendere in giro nessuno”


Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Il Toro, Cairo, Juric e un rapporto mai così complicato: tutti i retroscena Successivo Immobile realizza il sogno di una piccola fan: l'incontro a Le Iene