Frey incorona Maignan: “Ha una tranquillità incredibile, mi ricorda Dida”

Mike Maignan, alla sua prima stagione con il Milan, ha conquistato la fiducia di tutto l’ambiente rossonero, facendo dimenticare presto l’addio di Gianluigi Donnarumma. Le parate del francese sono state determinanti per l’annata della squadra di Stefano Pioli, e il portiere si è rivelato uno dei migliori calciatori a livello europeo nel suo ruolo. Sebastien Frey, ex portiere e connazionale dell’estremo difensore del Milan, ha parlato di lui in un’intervista rilasciata a ‘Stats Perform’.

Milan-Fiorentina 1-0, la partita in numeri

Guarda il video

Milan-Fiorentina 1-0, la partita in numeri

Frey su Maignan: “Sembra che sia in Italia da 4-5 anni”

L’ex Inter, Parma e Fiorentina è rimasto impressionato dal portiere rossonero: “Maignan mi ha colpito soprattutto nella testa per l’aspetto mentale e caratteriale. So cosa voglia dire giocare in Francia e venire in Italia, c’è molta più pressione, ma Mike ha mostrato una tranquillità incredibile”. Maignan è alla prima stagione in Serie A, e in merito a questo Frey ha commentato: “Vedendolo giocare sembra che sia in Italia da 4-5 anni. Non ha mai avuto momenti di cedimento. E aggiungiamo che ha dovuto sostituire il portiere che aveva vinto l’Europeo con l’Italia, che era nato in casa ed era sempre stato coccolato dall’ambiente”.

Frey: “Maignan mi ricorda Dida”

L’ex portiere transalpino lo paragona ad un ex milanista: “Per la tranquillità che ha sempre avuto mi ricorda Dida. Penso che sia sulla strada giusta per lasciare il segno al Milan”. Sebastien Frey conclude: “Titolare nella Francia ai Mondiali? Non credo che Deschamps cambierà le gerarchie adesso, ma ormai fa parte del giro della Nazionale e penso che dalla competizione successiva il titolare sarà lui”.

Serie A, portieri saracinesca: i migliori del 2021

Guarda la gallery

Serie A, portieri saracinesca: i migliori del 2021

Precedente Roma, delirio dei tifosi: cori, fumogeni e bandiere davanti all’Olimpico Successivo Spezia, accolto ricorso per Provedel: con l'Atalanta ci sarà

Lascia un commento