Fonseca: “Roma da scudetto? Per noi conta solo l’Inter…”

Alla vigilia del big match coi nerazzurri, il punto sulla formazione: “Spinazzola sta bene e giocherà, Mirante invece non è recuperato”

Sul campo (compreso quindi il pari di Verona poi tolto per il caso Diawara) la Roma ha conquistato due punti in meno dell’Inter e tre in meno del Milan. Inevitabile, quindi, che la partita di domani contro la squadra di Conte all’Olimpico possa essere considerata anche una sfida di alta quota, forse altissima. Paulo Fonseca lo sa ma, a precisa domanda, in conferenza sceglie di mantenere ancora un basso profilo: “Scudetto? Per noi conta solo la partita di domani, giocheremo per vincere. Non pensiamo al resto, lo faremo dopo”.

Forte identità

—  

Battere l’Inter non sarà semplice: perché la Roma nei big match finora ha sempre faticato, non tanto come prestazioni ma come risultati, e perché i nerazzurri, ricorda Fonseca “sono una squadra dalla forte identità. Non hanno solo individualità, che pure sono molto importanti. È facile capire come giocano, ma è difficile affrontarli proprio per la forza del collettivo. Abbiamo preparato la partita pensando a questo”. In tema di pensieri, Fonseca ride sinceramente quando gli viene chiesto se domani penserà al fatto che Conte sarebbe potuto essere al suo posto sulla panchina della Roma e magari lo ringrazierà per aver rifiutato: “Non penso che domani parleremo di questo”.

Mirante ok, Spinazzola ok

—  

Sulla formazione Fonseca non si sbilancia: “Chi giocherà a centrocampo? Due tra Veretout, Villar e Cristante (favoriti i primi due, ndr). In porta Mirante non sta bene, ha sentito ancora fastidio, ci sarà Pau Lopez con Fuzato come secondo. Spinazzola sta bene e giocherà”. La Roma, secondo il tecnico portoghese, indipendentemente da chi metterà in campo domani, arriva a questa sfida nelle condizioni ottimali: “Abbiamo lavorato come sempre, i giocatori sono molto motivati, la squadra ha fiducia e ambizione per giocare una buona partita. Li affrontiamo in un buon momento, è stato importante far giocare tutti i giocatori, adesso dobbiamo gestire nel migliore dei modi questi 2-3 mesi. Ci mancheranno molto i tifosi – l’ammissione finale di Fonseca – perché queste sono partite con un’atmosfera diversa. Ma noi sentiamo sempre il loro appoggio”.

Precedente Gravina esclusivo: "Figc, Superlega, Playoff Serie A, ecco il mio programma" Successivo LIVE Alle 15 Benevento-Atalanta: Inzaghi punta su Maggio. Gasperini con Ilicic e Zapata

Lascia un commento