Fonseca: “Non molliamo il campionato per l’Europa League. Gioca Cristante”

Il tecnico giallorosso presenta la partita contro il Sassuolo: “Squadra che ama tenere la palla, vincere non sarà facile”. Sulle condizioni di Smalling: “Sta meglio ma non è ancora pronto, non vogliamo correre rischi”

La bella notizia per Fonseca è soprattutto una: domani Cristante ci sarà, il che gli risolve una parte dei problemi che ha l’allenatore giallorosso. “Bryan è pronto e giocherà. La sua situazione è sotto controllo. Oggi è tornato ad allenarsi la squadra, non ci sono rischi per la pubalgia e penso che finirà tranquillamente la stagione senza problemi”. Ed allora a Reggio Emilia sarà ancora lui al centro della difesa giallorossa, con Mancini da una parte e molto probabilmente uno tra Spinazzola e Karsdorp dall’altra.

I rientri

—  

Insomma, l’ipotesi che sembrava quasi scontata – quella di dover ricorrere inevitabilmente a Fazio – è stata messa da parte. Almeno così sembra, anche se l’argentino è l’unica alternativa ai tre citati sopra. “La possibilità che uno tra Spinazzola e Karsdorp possa giocare tra i tre è forte – continua Fonseca – Smalling? Sta meglio, ma non è pronto per giocare. Per recuperarlo bene abbiamo avuto bisogno di più giorni rispetto a quelli che immaginavamo inizialmente, ma non vogliamo correre rischi”. Proprio mentre in mattinata si sono rincorse da più parti le voci di un suo possibile blitz a Barcellona per curare il ginocchio che lo tormenta da inizio stagione. Nel frattempo, però, domani Fonseca ritroverà anche Veretout, anche se solo per la panchina. “Anche Jordan sta molto meglio, sarà convocato, penso che la prossima settimana possa essere di nuovo al cento per cento”.

Non si molla

—  

In tempo per l’Ajax, insomma, anche se Fonseca non vuole ancora sentir parlare degli olandesi: “Sono concentrato sul Sassuolo, la priorità è questa partita qui, poi inizierò a pensare anche all’Europa League”. Nonostante anche qui in settimana qualcuno abbia scritto e detto che la Roma ha già fatto la sua scelta, mettendo in secondo piano il campionato rispetto alla coppa. “Ma non è assolutamente vero che la squadra ha mollato, scegliendo la competizione europea. Io ho la sensazione totalmente opposta. Ci sono ancora trenta punti a disposizione, siamo concentrati su questo”. Sassuolo e Ajax, dunque, due squadre che amano giocare. “Sono due squadre che vogliono avere sempre l’iniziativa e la palla, anche se sono molto diverse tra di loro. Io preferisco giocare contro questo tipo di squadre, ma vincere dipenderà soprattutto da noi. Vincere in casa del Sassuolo non sarà facile, dobbiamo stare al cento per cento. Ma la squadra sta bene. E l’ho vista motivata”. Chiusura con El Shaarawy, che sta cercando di ritrovare la forma giusta: “Non dimentichiamoci che è arrivato dopo, le ultime partite l’ho visto molto meglio. Ha bisogno di giocare di più, poi sono certo che rivedremo il vero El Shaarawy”.

Precedente Mihajlovic: "Mancini un amico, ma perché convocare Soriano e fargli fare 3 tribune?" Successivo Diretta/ Atalanta Milan Primavera (risultato 0-0) streaming tv: in campo, via!

Lascia un commento