Fonseca junior, la firma con il River Plate e la maglia dell’Uruguay

Luis Francescoli, direttore sportivo del River Plate, l’ha fatto entrare a gennaio nella casa del Monumental: ha speso due milioni di dollari per assicurarsi Nicolas Fonseca dal Wanderers di Montevideo, dopo averlo studiato allo stadio Parque Alfredo Victor Viera. Marcelo Bielsa, invece, l’ha convocato nel suo nuovo Uruguay, ancora in fase di costruzione. Regista o mezzala: Nicolas ha venticinque anni, è nato a Napoli, ha giocato per un po’ nel settore giovanile del Milan e del Novara. E’ il figlio di Daniel, ex attaccante di Cagliari, Napoli, Roma, Juventus e Como. Nel River Plate si è preso le chiavi del centrocampo, conquistando subito la fiducia del tecnico Martín Demichelis. Mentre nella “Celeste” il ct Bielsa lo sta provando da interno destro nel 4-3-3, affidando il ruolo di play al laziale Matias Vecino.

IL PERCORSO – Nicolas ha il doppio passaporto: uruguaiano e italiano. Porta Napoli nel cuore: è la città in cui è stato partorito, proprio come il fratello Matias, il 19 ottobre del 1998. Ha lasciato l’Italia durante il periodo del Covid. Da svincolato, con il cartellino in tasca. A Montevideo, nel Wanderers, ha saputo restituire ordine e contenuti alla sua carriera: 49 presenze, un gol e quattro assist. Sergio Blanco è l’allenatore che l’ha valorizzato: il modulo di base era il 4-2-3-1, Nicolas si muoveva davanti alla difesa, quasi sempre in coppia con il capitano Francisco Cerro. Nove partite in “Copa de la Liga” con il River. Indossa la maglia numero 4. Ora l’ingresso all’università di Bielsa, che aveva già guidato altre due nazionali: l’Argentina e il Cile. Fonseca junior si gioca il presente e il futuro. Pressing, ritmo, tackle e lancio. Destro naturale, un metro e 81, contratto fino al 31 dicembre del 2027. Il River Plate e l’Uruguay sono i suoi esami.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Spalletti avvisa l'Italia: "Serve un livello superiore, formazione già decisa” Successivo Mittelstädt e la tradizione dei terzini tedeschi

Lascia un commento