Folle United: prima si fa rimontare poi Mainoo al 97′ regala 3 punti a Ten Hag

Il Manchester United torna alla vittoria dopo il pareggio contro il Tottenham e il ko in casa del Nottingham. I Red Devils, nel match valevole per la 22ª giornata di Premier League, hanno vinto in casa del Wolverhampton al termine di una sfida infinita e ricca di emozioni con il risultato di 4-3. Gli ospiti sbloccano il punteggio con Rashford al 5′ su assist di Hojlund. L’attaccante inglese risponde così sul campo alle critiche degli ultimi giorni dopo la vicenda che lo ha visto al centro delle attenzioni per aver saltato un allenamento fingendosi malato. Su di lui, inoltre, ci sarebbe l’interesse del Psg qualora Mbappé dovesse partire. È l’ex centravanti dell’Atalanta a realizzare la rete del raddoppio per la squadra di Ten Hag al 22′. Poi Sarabia accorcia le distanze al 71′ su calcio di rigore prima della rete di McTominay. I Wolves si rifanno sotto segnando il 2-3 con Kilman e al 95′ è Pedro Neto a realizzare la rete del 3-3. Il match però sembra non voler finire mai e il gol del definitivo 4-3 per la squadra di Ten Hag la realizza Mainoo al 97′.

West Ham-Bournemouth 1-1

Nel corso della serata sono scesi in campo anche West Ham e Bournemouth, che si sono affrontati all’Olympic Stadium. Ad aprire la sfida per gli ospiti ci ha pensato Solanke dopo appena 3′ di gioco, con il primo tempo che si è chiuso sul punteggio di 1-0. Nella ripresa i padroni di casa hanno rialzato la testa trovando il gol del pareggio Ward-Prose con un calcio di rigore realizzato al 61′. In generale il match è rimasto in sostanziale equilibrio per gran parte della sua durata e si è concluso con il risultato finale di 1-1. Per gli Hammers si è trattato del terzo pareggio consecutivo, che è valso la conferma del sesto posto in classifica. Il Bournemouth, invece, resta al 12º posto in Premier League a 26 punti. 

Precedente Calciomercato, rivivi la diretta dell'ultimo giorno: tutte le trattative e gli affari Successivo Acquisti, addii, colpi sfumati e il sogno Manolas: il folle ultimo giorno di mercato dell'Hellas

Lascia un commento