Foggia: “Il Napoli sarà protagonista del campionato”

NAPOLI – In attesa del rientro dei nazionali, il Napoli ha concordato con il Benevento una partita amichevole, che si svolgrà lunedì 6 settembre. I giallorossi potranno di nuovo respirare il clima della Serie A, in attesa di riconquistarla sul campo. Anche se la parola promozione non viene nominata direttamente dal ds Pasquale Foggia: “Senza mercato – assicura – ora siamo più tranquilli, possiamo concentrarci esclusivamente al campo. Abbiamo tenuto molti big per mantenere l’ossatura. Merito del presidente Vigorito, che ha avuto la forza di rinunciare a qualche offerta importante. La Serie B è affascinante per il blasone delle squadre, sarà una delle B più belle degli ultimi dieci anni, ne sono certo. Ci sono giovani fortissimi da seguire e che faranno parlare delle loro qualità. La nostra ambizione? Abbiamo una squadra forte, sarà il campo a dare il giudizio finale. Vogliamo recitare un ruolo importante, il campionato dirà cosa meriteremo“. La gara con il Napoli potrà mettere in chiaro la condizione di entrambe le squadre, anche se Foggia è già convinto del ruolo da protagnosita che potrà recitare la formazione partenopea: “Il Napoli – è l’analisi del ds sannita – potrà avere un ruolo importante in questa Serie A. Non ha ceduto nessun big, ha un allenatore bravissimo ed entusiasta, spero che gli azzurri siano grandi protagonisti. Le piazze del Sud esaltano, la troppa pressione non fa male: se hai il fuoco dentro, le piazze calde ti fanno tirare fuori il massimo. Mi incuriosice la Lazio di Sarri. Il suo gioco è una sentenza, esalta le squadre come pochi. Con il Napoli, potrà essere protagonista. L’amichevole di lunedì, mi auguro, possa sviluppare anche collaborazioni comuni tra noi ed il Napoli. Abbiamo rapporti ottimi, anche tra i presidenti“.

Napoli show col Genoa: magia di Fabian Ruiz e Petagna al fotofinish

Guarda la gallery

Napoli show col Genoa: magia di Fabian Ruiz e Petagna al fotofinish

“Da giocatore fui vicinissimo dal Napoli”

Dieci anni dopo, Foggia ritroverà il Napoli. Tanto, infatti, è passato da quando l’ex attaccante fu ad un passo dal vestire la maglia azzurra: “Il mio grande rammarico – rivela – è stato quello di non giocare in azzurro. Fui vicinissimo al Napoli, la società alla fine prese Mascara. Era la sessione invernale. Parlai con l’allora direttore Bigon, ci speravo molto, avrei fatto di tutto pur di indossare la maglia del Napoli“. E da napoletano mancato fa un accorato appello a chi napoletano lo è già e lo dovrebbe rimanere anche in futuro: “Insigne? Credo che il matrimonio con il Napoli debba proseguire. È importante per il Napoli ed il Napoli per lui. Da calciatore gli dico: resta, altrove non troverai ciò che hai qui“. 

Napoli, pronto il ricorso per avere Osimhen contro la Juve

Guarda il video

Napoli, pronto il ricorso per avere Osimhen contro la Juve

MisterCalcioCup, iscrizioni aperte: schiera la tua formazione, vinci viaggi in Europa e buoni Amazon. Partecipa, è gratis!

Precedente Lazio, oggi la ripresa a Formello: Sarri con gli uomini contati Successivo Campioni, allenatori e baby: è l’estate dei grandi ritorni

Lascia un commento