Florenzi: “Obiettivo seconda stella. Origi e Adli ci aiuteranno tanto”

Il difensore del Milan a Sky: “Lo scudetto è stato meritato. La Roma? L’ho lasciata con rammarico, ma sono felice di essere stato riscattato dai rossoneri”

Scudetto, riscatto, qualifica da senatore nello spogliatoio. A 31 anni Alessandro Florenzi è un calciatore felice, anche se si è chiuso definitivamente il legame viscerale che aveva con Roma e con la Roma. Ma, insomma, esistono contrappassi peggiori. “Sono felice di essere stato riscattato dal Milan – ha detto a Sky –. Ho lasciato con rammarico la Roma, ma ho subito voltato pagina. Voglio scrivere nuove pagine importanti nel mio futuro”.

Le piccole cose

—  

Anche perché c’è un titolo da difendere: “L’anno scorso abbiamo vinto con merito, vogliamo ribadirlo anche quest’anno”. E ripercorre: “C’era un grande spirito di squadra, tutti spingevamo dalla stessa parte. Potevamo non essere i più forti sulla carta, ma non sempre vincono i più forti. Ci sono piccole cose che danno grandi risultati. Anche nei momenti difficili abbiamo fatto gruppo e abbiamo superato le avversità. Gli obiettivi? Ripeterci e conquistare la seconda stella, è il nostro grande obiettivo, anche se non sarà facile”.

Carisma

—  

Infine, un accenno a un paio di singoli: “E’ un giocatore che si farà rispettare. In avanti abbiamo grande qualità ed esperienza, Divock ha grande carisma, ci può aiutare tanto. Adli? Bisogna lasciarlo lavorare tranquillo, gli va dato tempo. Ha grandi qualità, il mister deve tirargli fuori qualcosa e sono sicuro che saprà farlo. Si è ambientato benissimo, prima di cantare una canzone in francese si è presentato in italiano, è stato davvero bravo”.

Precedente Inter, Skriniar resta? Serve comunque un sostituto di Ranocchia: ecco i 5 nomi per la difesa Successivo Roma, Ibanez sul futuro: "Vedremo, i rumors ci sono sempre. Vogliamo la Champions"

Lascia un commento