Flick: “Bayern, mostra chi sei. Klose conosce Inzaghi…”

MONACO DI BAVIERA – Cancellare la sconfitta contro l’Eintracht e rilanciare le proprie ambizioni in Champions League. Il Bayern Monaco è pronto a sfidare la Lazio all’Olimpico, in Europa il cammino è stato sempre grandioso. Il piccolo inciampo in Bundesliga, gli assenti tra Covid e infortunati, non spaventano il tecnico Hansi Flick, che in conferenza stampa ha commentato nel giorno della vigilia: “Non cerco scuse, contro Bielefeld ed Eintracht non siamo andati bene, ma possiamo essere soddisfatti dei secondi tempi giocati. Dobbiamo tornare in forma per la Champions, sono partite speciali, ogni giocatore dovrebbe essere motivato per questo. Abbiamo un’idea di come giochiamo a calcio, e vogliamo riprodurlo di nuovo dall’inizioGoretzka? Il Covid non va preso alla leggera, anche se in lui e Javi Martinez non è rimasta traccia. Giocherà dall’inizio, poi vedremo quanto riuscirà a tenere in campo. Süle non è ancora al meglio, Kimmich potrebbe anche giocare nella sua posizione. Musiala è una opzione. Devo ancora decidere, ma Süle ci sarà”.

Flick: Klose ci aiuta molto

“La Lazio ha giocato molto bene contro il Borussia Dortmund. Klose ci aiuta e non solo questa volta contro la sua ex squadra. Porta sempre un grande contributo. Ha vissuto l’era Inzaghi per quattro mesi al suo ultimo anno in biancoceleste, ha giocato anche con alcuni giocatori. La sua formazione chiede tempo. Noi glielo concediamo serenamente. Il Coronavirus? Viviamo tutti preoccupati, facciamo tamponi molto spesso. Con questo ormai ci conviviamo e sarà così ancora per un po’. Siamo sulla strada giusta, vogliamo che la calma torni presto. Abbiamo anche persone nel nostro staff che appartengono a persone a rischio”.

Bayern Monaco, parla anche Coman

Le ultime trasferte sono state molto estenuanti, avevamo pochi giocatori a disposizione. Contro la Lazio è una partita di Champions League e ovviamente vogliamo vincere. Dopo il gol in finale di Champions ho ancora più fiducia. Ma avevo un posto importante nella squadra anche prima di segnare quella rete. Tolisso? Una situazione difficile per tutti, so quanto sia dura tornare dopo un infortunio. Devi dare il massimo”. Chiosa finale sul Covid: “Abbiamo fatto tanti tamponi, ormai fa parte della nostra vita. Ci sono tante regole e regolamenti da rispettare. Ma dobbiamo prendere tutte queste precauzioni per poter giocare in sicurezza”.

Precedente Inzaghi: "Bayern squadra top. Ecco come ce la vogliamo giocare" Successivo Juve, i convocati per il Crotone: c'è Morata, out Dybala e Bonucci

Lascia un commento