Fisico, mancino e… gratis. Chi è Dabo, il 2001 che può arrivare alla Juve

Aveva una quotazione milionaria, giocava in Ligue1 e nelle nazionali francesi, poi si è smarrito. I bianconeri possono prenderlo dal Nantes in prestito per la U23

Il Nantes è strano mix di gioventù ed esperienza. L’allenatore è Domenech, 68 anni, e in porta gioca Lafont, il portiere del ‘99 cresciuto testa a testa con Donnarumma: sono sempre stati considerati i giovani portieri più bravi al mondo, poi Lafont alla Fiorentina ha avuto alti e bassi mentre Donnarumma… è rimasto Donnarumma. Tra i punti di forza del club, il settore giovanile. La Juve lo scorso anno dal Nantes ha preso Ntenda, il difensore visto in Youth League contro il Real Madrid, e in questi giorni potrebbe fare il bis con Abdoulaye Dabo, centrocampista francese del 2001 che gioca in seconda squadra. Il passaggio sarebbe da squadra B a squadra B: arriverebbe in prestito gratuito per la Juve U23.

Ex nazionale

—  

Sì, ma che giocatore è? Dabo è un centrocampista fisico, mancino, che – Wyscout testimonia – ha una buona combinazione di tecnica e atletismo. Anche per questo in passato è stato molto considerato e per lui si è scritto di offerte da 7 milioni proprio da parte della Juventus, dopo un grande Torneo di Montaigu 2017, competizione per nazionali Under 16. Il suo percorso però è molto particolare. Nell’agosto 2018 ha giocato due partite in prima squadra, poi è tornato nella normalità della quarta serie francese. E non si è confermato nelle giovanili della Francia. Per lui, la Juve sarebbe l’occasione del riscatto. Per la Juve, una scommessa: arrivasse in prestito con diritto di riscatto, sarebbe un’operazione a rischio zero.

Precedente Milan-Calhanoglu, il rinnovo è vicino Successivo Vecchio amore per Conte, nuova concorrenza all’Inter: cosa cambia se arriva Paredes

Lascia un commento