Fiorentina, Vlahovic: “Vorrei arrivare il più lontano possibile”

FIRENZE – Diciannove gol in 34 gare come Ciro Immobile (che sfiderà sabato al Franchi) e Luis Muriel, 19 come Alberto Gilardino che è stato l’ultimo attaccante a segnare così tanto in una singola stagione in viola. Dusan Vlahovic, classe 2000, uno dei tanti talenti scoperti e portati in Italia da Pantaleo Corvino, non ha però alcuna intenzione di fermarsi. “Vorrei arrivare più lontano possibile ma come ripeto da sempre quel che più conta è la squadra, tutto il resto viene dopo” ha detto oggi ai canali ufficiali del club. Ci sono ancora quattro partite al termine del campionato e il giovane numero 9 della Fiorentina farà di tutto per allungare la sua striscia positiva sulla scia dei vari Ronaldo e Lukaku. Dopo la doppietta di ieri al Bologna Vlahovic è diventato a 21 anni e 95 giorni il più giovane giocatore ad aver realizzato almeno 18 gol in A in una sola stagione dai tempi di Altafini nel 1958/59. In realtà nel caso del centravanti viola i gol sono 19 di cui sei fatti nelle ultime cinque gare dove si è dimostrato infallibile anche dal dischetto: sei rigori battuti, altrettanti realizzati. Nonostante le qualità realizzative messe finora in mostra la Fiorentina non è ancora salva e l’attaccante già ieri sera, sui social, ha lanciato il grido di battaglia: ‘Fino alla morte non molliamo’. La Fiorentina però dovrà cercare di capitalizzare i suoi gol per portarsi in salvo dopodiché il presidente Commisso dovrà cercare di blindarlo con un accordo più lungo, più ricco e un mercato all’altezza: il contratto di Vlahovic scade nel 2023 e l’ingaggio attuale non è da top player, tutto questo sommato alle indubbie capacità ha attirato l’attenzione dei grandi club italiani e stranieri, fra cui United e Liverpool, pronti a sferrare l’assalto.

Precedente Rabiot: “Imparo da Pirlo e vedo Ronaldo come Elon Musk” Successivo Serie C, il programma della Supercoppa

Lascia un commento