Fiorentina-Roma 2-0: Gonzalez e Bonaventura in gol, Italiano aggancia Mourinho

FIRENZE – Stanca, distratta e arrabbiata. Dopo le fatiche di Conference League, la Roma cade a Firenze e viene raggiunta al sesto posto proprio dalla Fiorentina. Con il pensiero forse inconsciamente alla finale di Tirana, la squadra di Mourinho contesta l’arbitraggio di Guida per il rigore assegnato in avvio ai viola con l’intervento del Var (non è chiaro il contatto tra Karsdorp e Gonzalez). La squadra di Italiano, invece, interrompe la striscia negativa di quattro sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia e rientra in piena corsa per un posto in Europa League.

Avvio da incubo, Roma ko al Franchi: la Fiorentina aggancia Mourinho

Guarda la gallery

Avvio da incubo, Roma ko al Franchi: la Fiorentina aggancia Mourinho

Gonzalez su rigore, la Roma contro Guida

Rispetto alla formazione che ha eliminato il Leicester, Mourinho fa riposare soltanto Zaniolo. C’è Veretout in mezzo al campo insieme a Cristante e Sergio Oliveira, con Pellegrini in appoggio ad Abraham in avanti. Dall’altra parte, Italiano si affida al tridente formato da Gonzalez, Cabral e Ikoné, mentre a centrocampo ci sono Bonaventura, Amrabat e Duncan. La Fiorentina parte meglio e al 5′ si trova già in vantaggio tra le polemiche. Gonzalez va a terra in area e Guida, dopo essere stato richiamato dal Var, riguarda le immagini al video e assegna il calcio di rigore per un presunto contatto con Karsdorp. Tra le vibranti proteste giallorosse, lo stesso Gonzalez spiazza Rui Patricio. La Roma si disunisce, cala la concentrazione e all’11’ la Fiorentina raddoppia. Bonaventura si inserisce sulla destra, Zalewski gli lascia troppo spazio e il centrocampista viola colpisce con un preciso sinistro all’angolo.

Spinazzola, il rientro in campo tanto atteso

La Roma è stordita e fatica a trovare le giuste misure. Al 20′ Pellegrini prova a dare la scossa con un calcio di punizione che Terracciano respinge in angolo. La squadra di Mourinho non va soprattutto sugli esterni, dove Karsdorp e Zalewski spingono poco e male, mentre in avanti Abraham sembra troppo isolato. Il tecnico portoghese cambia in avvio di secondo tempo inserendo Zaniolo al posto di Sergio Oliveira. La Roma parte bene e al 10′ va vicina al gol: su cross dalla sinistra di Zalewski, Abraham di testa sfiora il palo. La Fiorentina risponde con un destro dal limite di Amrabat che Rui Patrico devia in angolo. Entra El Shaarawy al posto di Zalewski. Poi dentro Carles Perez per Pellegrini. Italiano risponde con Piatek e Maleh per Cabral e Bonaventura. La squadra di Mourinho non trova lo spunto giusto per riaprire la partita, mentre la Fiorentina gestisce bene il finale. L’unica nota positiva della serata romanista arriva all’ultimo minuto, con il ritorno in campo di Spinazzola dopo circa 10 mesi di assenza.

FIORENTINA-ROMA, TABELLINO E STATISTICHE

Precedente Mourinho: "Vogliamo rispetto dagli arbitri. Tanti episodi inspiegabili, è troppo" Successivo Italiano: "L'Europa? Un sogno e noi vogliamo realizzarlo"

Lascia un commento