Fiorentina, rinviato lo scambio Bajrami-Zurkowski

FIRENZE – Va a finire che la trattativa sull’asse Firenze-Empoli, per spostare Bajrami di qua e Zurkowski di là, sarà quella che riprenderà forza a tempo debito per molti motivi. Due facilmente spiegabili: la Fiorentina cerca un centrocampista in più da dare a Italiano, l’Empoli accoglierebbe il polacco (a proposito di Polonia: Dragowski passa allo Spezia) di nuovo a braccia aperte. Sempre che il Bologna sia d’accordo, perché sul 25enne cresciuto nel Gornik Zabrze c’è – da settimane – l’interesse forte e convinto del club rossoblù. Da quando appunto l’asse Firenze-Empoli ha perso vigore nel momento in cui tutto, viceversa, lasciava presagire il contrario.

Fiorentina, Jovic si presenta con un poker: 7-0 al Real Vicenza FOTO

Guarda la gallery

Fiorentina, Jovic si presenta con un poker: 7-0 al Real Vicenza FOTO

Accordo, anzi no

Intanto, vale la pena ricapitolare i termini della questione cominciando proprio da Zurkowski, protagonista in azzurro nell’ultima stagione: l’Empoli aveva il diritto di esercitare il riscatto a 4,5 milioni, la Fiorentina il controriscatto a 6 milioni. Sembrava tutto apparecchiato perché l’affare finisse a metà della formula con un accordo più o meno tacito e invece non è stato così. Da un lato la richiesta di ridiscutere le cifre, dall’altro l’inserimento di altri calciatori in un pacchetto che all’inizio comprendeva Bajrami, Viti e Parisi, poi scremato fino al solo fantasista svizzero-albanese, hanno portato via via le parti stesse ad allontanarsi e alla fine Zurkowski è stato aggregato al gruppo di Italiano per essere valutato a Moena. Dove però si è visto poco o niente a causa di un infortunio al secondo giorno di ritiro.

Fiorentina-Triestina 4-0, Jovic sbaglia un rigore

Guarda il video

Fiorentina-Triestina 4-0, Jovic sbaglia un rigore

Vicini di casa

La valutazione sarà fatta nelle tre amichevoli tra Austria e Spagna, poi mettiamoci che la società viola il centrocampista in più per il tecnico siciliano lo prenderà solo a certe condizioni e non è un obiettivo primario, anzi non lo è mai stato al contrario del regista (Mandragora), ragione per la quale se Lo Celso costa venti milioni e il Tottenham lo dà via solo a quel prezzo e non contempla il prestito, l’argentino non è mai entrato e mai entrerà nei radar viola. Perciò Bajrami continua a stare in cima alla lista della Fiorentina essendo il calciatore perfetto (giovane, di talento, poliedrico dalla metà campo in su) per far fare il definitivo salto di qualità all’attacco, mentre l’Empoli Zurkowski se lo riprenderebbe di corsa e quindi si torna al punto di partenza: le prossime due settimane saranno dedicate ai rispettivi piani, ma andando verso il campionato ci sarà spazio per nuovi incontri. Da Empoli a Firenze (Fi-Pi-Li permettendo) è una volata.

Barone: “Torreira? Abbiamo subito tanti insulti”

Guarda il video

Barone: “Torreira? Abbiamo subito tanti insulti”

Precedente Theate saluta Bologna: va al Rennes per 22 milioni Successivo Torino, chiusura vicina per Weidmann del Psg

Lascia un commento