Fiorentina più forte della sfortuna: Beltran gol, Italiano di nuovo in finale

BRUGES (Belgio)La Fiorentina disputerà la sua seconda finale consecutiva in Conference League, dopo quella persa lo scorso anno al 90′ contro il West Ham. Gli uomini di Italiano, infatti, forti del successo per 3-2 nel match d’andata al Franchi, hanno il grande merito di non scomporsi dopo il vantaggio del Bruges firmato da Vanaken al ventesimo minuto di gioco e continuano a martellare per i restanti settanta, colpendo addirittura tre legni. Il gol dell’1-1, che qualifica la Viola all’ultimo atto della terza competizione continentale, in programma allo Stadio Agia Sophia di Atene, in Grecia, il prossimo 29 maggio, lo sigla Beltran all’85’ su un calcio di rigore conquistato da Nzola, entrato in campo un solo quarto d’ora prima al posto di Belotti.

Bruges-Fiorentina, la cronaca

Avvio timido da parte della Fiorentina, che commette qualche errore di troppo in fase di gestione palla, con il Bruges che al 20′ trova la rete del vantaggio: è Vanaken a muoversi bene sulla trequarti viola e a mettere in mezzo un cross che non viene toccato da nessun giocatore e si infila dove Terracciano non può intervenire. Tutto da rifare dunque per la squadra di Italiano, che pochi minuti più tardi avrà subito la chance per riportarsi avanti nel parziale complessivo, grazie a Nico Gonzalez che, però, a tu per tu con Mignolet, si fa ipnotizzare. Il gol subito sembra comunque dare una scossa alla Fiorentina, che al 35′ va ancora vicina al pareggio, con la sponda di Belotti per Kouamé, che si coordina e colpisce la traversa. Punteggio e schieramenti che restano in equilibrio anche nella ripresa, ma al 74′ nuova opportunità per la Fiorentina, stavolta con Biraghi, che infrange la buona punizione dal limite sulla traversa con il suo mancino. Secondo legno per i viola, che colpiranno anche il terzo pochi minuti più tardi, ancora con Kouamé, che stacca di testa in area il pallone che sbatte contro il palo alla sinistra di Mignolet. Da qui in poi si intensifica l’assedio della Fiorentina, che all’82’ trova l’episodio decisivo: fallo in area di Mechele sul neoentrato Nzola, che vale il calcio di rigore in favore dei toscani, successivamente concretizzato da Beltran. 1-1 e undici di Italiano però in difficoltà nel gestire le controffensive finali della squadra belga, con Vanaken che al 95′ raccoglie una brutta rimessa laterale di Dodò e calcia con il destro, trovando però la grande risposta di Terracciano, che manda ai titoli di coda la sfida e consegna alla Fiorentina la seconda finale europea consecutiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Club Brugge-Fiorentina 1-1, le pagelle: Nzola e Beltran per la finale, Terracciano si supera Successivo Roma, nuovo ds: ecco perché Ghisolfi ha conquistato i Friedkin

Lascia un commento