Fiorentina-Inter 0-2: Barella e Perisic regalano la vetta a Conte

FIRENZE – Dopo il ko nella semifinale d’andata di Coppa Italia contro la Juve, l’Inter di Antonio Conte batte la Fiorentina per 2-0 nell’anticipo della 21ª giornata di Serie A. Barella e Perisic regalano ai nerazzurri la vetta della classifica in attesa del match tra Milan e Crotone in programma domenica alle 15 al Meazza. L’Inter ritrova dunque un successo che al Franchi in campionato mancava addirittura dal 2014. Ora, però, è attesa da un febbraio di fuoco: martedì c’è il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Juve, poi le sfide di campionato contro Lazio (domenica 14 febbraio ore 20.45) e il derby contro il Milan (domenica 21 febbraio alle 15).

Classifica Serie A

Lautaro Martinez parte in panchina: c’è Sanchez. Ribery out, gioca Eysseric

Conte, in tribuna per le due giornate di squalifica rimediate contro l’Udinese (Stellini in panchina), concede un turno di riposo a Lautaro Martinez e schiera dal primo minuto il cileno Sanchez al fianco di Romelu Lukaku. In cabina di regia, così come nel match di Coppa Italia contro la Juve di martedì, c’è Brozovic, con Eriksen che si accomoda in panchina. Tante le assenze, invece, tra i gigliati, con Prandelli che deve fare a meno degli squalificati Milenkovic e Castrovilli. Non ce la fa Ribery, rimpiazzato da Eysseric che agisce alle spalle di Vlahovic unica punta. A centrocampo l’ex Borja Valero vince il ballottaggio con Pulgar.

Cessione Inter, Marotta: “Momento delicato. Spero si risolva presto”

Barella, che gol: Inter in vantaggio. Traversa di Bonaventura, Handanovic super su Biraghi

Parte subito forte l’Inter, che dopo appena 6 minuti va vicinissima al gol: Barella riceve dall’out di destra e calcia in porta da dentro l’area, Dragowski è bravissimo a parare d’istinto e salvare il risultato. I nerazzurri pressano alti gli avversari, ma non riescono a trovare spazio tra le maglie della retroguardia viola. Il forcing della squadra di Conte, però, viene premiato alla mezz’ora quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto corto, Barella raccoglie dal limite e lascia partire un destro a giro che Dragowski vede in ritardo e non riesce a intercettare. Terzo gol in campionato per il centrocampista sardo e Inter in vantaggio. La reazione della Fiorentina è però veemente. Doppia occasione incredibile al 36′: Handanovic è bravissimo prima a deviare sulla traversa la bomba di Bonaventura, poi a parare con i piedi il sinistro di Biraghi sulla ribattuta. I padroni di casa chiudono avanti la prima frazione di gioco: sugli sviluppi di un calcio di punizione la palla finisce sui piedi di Amrabat che tira da pochi metri ma incontra la ribattuta provvidenziale di Lukaku. L’attaccante belga pochi minuti dopo è protagonista anche nell’area avversaria con un colpo di testa su cross di Sanchez che finisce però alto sulla traversa. 

Perisic raddoppia. Esordio per Kokorin e Malcuit

Il secondo tempo si apre subito con due novità: fuori Vidal per un problema fisico, dentro Gagliardini, mentre nella Fiorentina Kouame prende il posto di Borja Valero e va ad affiancare Vlahovic in avanti. Al 50′ è ancora Bonaventura a provarci dalla distanza, ma il suo sinistro è preda di Handanovic. Sul capovolgimento di fronte arriva il raddoppio dell’Inter: bella azione sull’out di destra, Hakimi arriva sul fondo e serve Perisic che, solissimo, non può far altro che appoggiare in rete. La Fiorentina si lamenta per un fallo su Igor, il Var verifica ma conferma il 2-0 per i nerazzurri, mentre Conte esulta sulla tribuna del Franchi. Pochi minuti dopo Lukaku firma il tris, ma Perisic è in fuorigioco. La partita di Sanchez dura un’ora, il cileno lascia il posto a Lautaro Martinez. L’Inter continua ad attaccare: prima Perisic e poi Gagliardini sfiorano il gol, ma il portiere viola è bravissimo a deviare in angolo. Dragowski, poi, sbaglia un’uscita su un corner e Bastoni manca di pochi centimetri il bersaglio grosso. Al 73′ triplo cambio per la Fiorentina, Prandelli concede 20 minuti ai nuovi acquisti Kokorin e Malcuit, dentro anche Pulgar, fuori Vlahovic, Venuti ed Eysseric. L’Inter è però padrona del campo e va ancora vicinissima al 3-0 con Lautaro Martinez e Skriniar. Al Franchi finisce 2-0. I nerazzurri di Conte salgono momentaneamente in vetta alla classifica e sognano lo scudetto.

Fiorentina-Inter: tabellino e statistiche

Inter, Barella e Perisic fanno volare Conte: Fiorentina ko

Guarda la gallery

Inter, Barella e Perisic fanno volare Conte: Fiorentina ko

Precedente Dybala pronto al rientro in gruppo: Inter nel mirino, con vista Porto Successivo Diretta/ Cagliari Inter (Primavera) streaming video e tv: sardi lanciati

Lascia un commento