Fiorentina, in trasferta serve alzare l’asticella

FIRENZE – La trasferta in casa del Torino servirà alla Fiorentina per capire se davvero le ambizioni europee sono realizzabili. La media punti dei viola lontano dal Franchi è 1,30, non un granché per chi ha voglia di tornare a sentirsi grande. Un rendimento trppo altalenante, quello della banda di Vincenzo Italiano: ko contro la Roma, tre vittorie di fila seguite da quattro sconfitte consecutive; tre punti presi al Dall’Ara di Bologna prima del pari a Verona. In casa le cose vanno decisamente meglio: 2,11 punti di media in nove partite disputate. L’obiettivo per Vlahovic e compagni è livellare le due statistiche. Non che sia facile, soprattutto con il Torino: i granata viaggiano a punti di media a gara nelle partite giocate all’Olimpico, dunque quella che attende i viola sarà una prova di maturità a tutti gli effetti. Le 11 reti fin qui realizzate lontano da Firenze non sono neanche la metà di quelle realizzare in casa (23): seve una totale inversione di rotta. Anche perché giovedì ci sarà un’altra trasferta, quella di Coppa Italia in casa del Napoli. Le ambizioni europee della Fiorentina passano inevitabilmente da un miglior rendimento in trasferta: il 2022 può essere l’anno buono per il definitivo salto di qualità.

Da Chiesa a Pezzella, gli auguri di compleanno a Davide Astori

Guarda la gallery

Da Chiesa a Pezzella, gli auguri di compleanno a Davide Astori

Precedente "Cagliari, Godin va all'Atletico Mineiro" Successivo Disasi l’ambizioso e Ahmedhodzic cresciuto da Tomasson: si allarga il casting

Lascia un commento