Fiorentina, ecco le nuove maglie dal sapore degli anni ’80

FIRENZE – Un richiamo alle divise indossate negli anni ’80, il giglio alabardato all’altezza del cuore, i tessuti ultraleggeri e tecnologici per garantire massimo confort, traspirabilità e un efficace rilascio del calore corporeo. Ecco le nuove maglie della Fiorentina per la stagione 2021-22 che coinciderà con il 95° anniversario dello stesso club.La presentazione è avvenuta oggi sui canali ufficiali della società dopo un’anticipazione diffusa ieri, a pochi giorni dalla parziale riapertura dello stadio Franchi per l’amichevole benefica in programma sabato contro l’Espanyol nel segno di Davide Astori e Daniel Jarque. Tra i modelli immortalati figura Dusan Vlahovic, il giovane attaccante serbo da tempo al centro di voci di mercato (dall‘Inter al Tottenham) anche per il contratto in scadenza nel 2023 e il rinnovo ancora in alto mare. Insieme a lui, nelle immagini diffuse dalla società, Giacomo Bonaventura, Gaetano Castrovilli e Bartlomiej Dragowski. Griffate dall’azienda Kappa, le maglie Kombat Pro 21/22 sono viola, bianche, rosse e gialle e per la prima volta le calciatrici della Fiorentina indosseranno, ‘‘una maglia gara lady con il design adattato a linee femminili per la prima squadra”, mentre le caratteristiche sono identiche con la linea maschile. Le nuove divise sono già in vendita da oggi su Fiorentinastore.com, presso tutti i Fiorentina Store e per la prima volta anche Rinascente Firenze che da tre stagioni partner ufficiale del club ospiterà al primo piano della sua sede in piazza della Repubblica uno spazio viola in cui chi lo vorrà potrà anche personalizzare la propria maglia. I costi: 89 euro quelle da gioco utilizzate dalla squadra, 39 la replica. La società inoltre starebbe lavorando con il placet della Lega e della famiglia Astori per inserire sulle divise qualcosa che ricordi il capitano a tre anni e mezzo dalla sua prematura scomparsa. 

Precedente Cagliari al lavoro. Seduta individuale per Nandez Successivo Paolo Rossi, la moglie: "Juninho vuole 50 mila euro per la maglia..."