Fiorentina, Commisso: “Spalletti? Inaccettabile ciò che ha fatto. Italiano? Troppe critiche”

FIRENZE – Alla vigilia della sfida tra Fiorentina e RFS Riga valevole per la prima giornata di Conference League, il presidente viola, Rocco Commisso, è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue parole: “Inizio col ringraziare i tifosi che hanno sostenuto in casa e in trasferta. Il gruppo è la nostra forza. Per quanto riguarda la salute, non auguro a nessuno ciò che ho passato io. Oggi però sono qua e rimarrò per un altro mese. Cosa rappresenta la Fiorentina oggi per me? 387 milioni spesi fino ad oggi, inclusa la parte finale del Viola Park. Voi siete tutti scienziati del calcio e io non so nulla, ma ditemi se c’è qualcuno che in Italia ha messo così tanti soldi dalle sue tasche. Eppure ricevo sempre critiche. Questo sapete fare a Firenze: parlare troppo e fare poco. Questo fa male alla società. La squadra deve essere aiutata e non mi sono piaciute le critiche a Italiano“. Su Kouamè e il caso Torreira: “Kouamè non doveva andare via, ho mandato un messaggio. Torreira? Se fosse rimasto Amrabat non sarebbe diventato il giocatore che è adesso. Vi siete fidati troppo del procuratore di Torreira. Torreira è andato al Galatasaray per 5 milioni, e secondo voi io dovevo spendere 15 milioni più le commissioni? Ora abbiamo Mandragora”. Sugli obiettivi in questa stagione: “Conference League? Sono molto contento e soddisfatto del risultato che abbiamo ottenuto qualificandoci in Conference League. Cercheremo di andare avanti e migliorare ciò che è stato fatto la scorsa stagione. L’inizio di stagione è stato positivo secondo le statistiche. Le donne hanno vinto la prima, la Primavera ha vinto tre partite e pareggiata una. La prima squadra ne ha vinte due, pareggiate tre e persa una: sono tanti punti e una bella media. Ovviamente l’obiettivo è sempre quello di fare meglio, ma non prometto nulla. Anzi una promessa l’ho fatta, non falliremo”.

Commisso: “Quello che ha fatto Spalletti non è accettabile” 

“Caso Spalletti? Tanti articoli su articoli sui cori antisemiti pure, ma quando mi hanno definito mafioso nessuno ha aperto bocca. Questo mi ha fatto male e me lo ricorderò per sempre. Se si può fare qualcosa? Serve personalità e una buona dose di leadership. I vari episodi di razzismo li ho sempre condannati. Quello che ha fatto Spalletti non è accettabile, lo schiaffo fantomatico io non l’ho visto e non mi è affatto piaciuto. Io devo pagare 15mila euro per tutto questo e per i cori. Facciamo i bravi adesso, io sto sempre zitto e durante le partite certe cose me le tengo dentro e non le butto fuori. Firenze e i tifosi non meritano questo”.

Commisso: “Il progetto Viola Park non sta andando avanti come doveva”

Sul progetto Viola Park Commisso si è espresso così: “Il progetto Viola Park non sta andando avanti come doveva. Ho messo soldi in più e salvato il progetto dell’architetto, poi c’è stata un’alluvione ed era tutto allagato. Il problema è uno: non sono pronti a consegnarmi le infrastrutture come era stato precedentemente concordato. Il progetto non sarà finito prima di marzo. La tramvia per altri due anni non ci sarà, mi dicono invece maggio-giugno per i parcheggi. Lo stadio? Vedrò lo studio Arup e ne capirò di pù. Deve essere finito entro il 2026, i tempi si rispettano. Vediamo se qualcosa cambia, se non mi garantiscono pieno controllo si possono scordare i miei soldi. Io non ho niente contro la realizzazione da parte del Comune del restauro del Franchi, ma non sono certo un politico”.

“Vlahovic operazione fenomenale”

“Obiettivi? Non possiamo parlare di sogni, c’è la realtà e ci sono i ricavi che non salgono. Vlahovic? La definisco un’operazione fenomenale. Ho visto tanti giocatori che si sono mossi a parametro zero, io invece ne ho venduto uno a 75 milioni di euro. Se non lo avessi venduto ci saremmo rovinati. Oggi siamo in Europa e non abbiamo problemi finanziari, siamo apposto per due anni. Il FFP sta cambiando, prima o poi si arriverà a un punto in cui non si potrà superare il 70% dei ricavi della squadra tra costi dei giocatori e ammortamenti. Adesso i conti in ordine, mentre Milan, Juve, Inter e Roma sono state sanzionate”. 

Commisso: “Accetto le critiche se sono giuste, Biraghi quanto è stato tartassato in questi anni?” 

“Io accetto le critiche se sono giuste. Contro l’Udinese la squadra era stanca. Non era sicuramente il calcio di Italiano. Ma quando si esagera si esagera. I giocatori giocano per il loro orgoglio, non per quello che scrivete voi. Quanto è stato tartassato il povero Biraghi in questi anni? E poi Venuti, Amrabat”.

Kouame risponde a Milik, Jovic sbaglia un rigore: 1-1 tra Fiorentina e Juve

Guarda la gallery

Kouame risponde a Milik, Jovic sbaglia un rigore: 1-1 tra Fiorentina e Juve

Precedente Bologna, peccato mortale l'esonero di MIhajlovic. Un imperdonabile autogol di Saputo Successivo Il discorso di Mourinho alla squadra: così ha chiesto il riscatto alla Roma

Lascia un commento